venerdì 28 dicembre 2007

Parole senza schema

È Venerdì. 

Un venerdì brumoso di fine 2007.

Freddo, gelido e senz’anima.

La gente intorno non si guarda nemmeno negli occhi.
Sono tutti indaffarati.

Sono tutti lì, che parlano dell’ultimo giorno dell’anno, tutti che te lo chiedono, tutti che pensano a dove andare, cosa fare, cosa mangiare, cosa ballare,
tutti che si affannano nei preparativi, nelle compere, nella ricerca di buoni propositi che non manterranno mai, in qualsiasi cosa li possa occupare per non fermarsi ad ascoltare, tutti alla ricerca di qualcosa...

Io quest’anno non cerco niente, ho già tutto quello che voglio.

Quest’anno non sento il bisogno di avere, di fare, di ricevere,
ma solo di condividere con gli altri la mia gioia,

la felicità che mi è passata a tiro

e che - per una volta - sono riuscita a prendere al volo.

Qualcuno può forse prenderlo per buonismo, per un voler apparire in un certo modo, lo so, in un tempo
lontano anni luce lo avrei pensato anche io.
Qualcuno che - forse - oggi legge questo post lo sta prendendo proprio così. Qualcuno che non crede in certi valori, in certe azioni, qualcuno che vede solo nero e che si rifiuta di vedere il positivo, qualcuno che la mette sul ridere, rispondendo “condoglianze” a chi, felice, gli annuncia che sta per sposarsi, qualcuno che non ha voluto - che non ha saputo - che non ha potuto - condividere questa gioia con chi gli stava accanto, con chi cercava calore e affetto negli occhi, nelle mani, nelle parole, nell’abbraccio dell’altro.

Il fatto di non credere in certe cose non implica che queste cose debbano essere automaticamente disprezzate, considerate ipocrite, per il semplice motivo che non coincidono con il tuo modo di vedere.

Basta prenderne atto, se davvero si tratta solo di un modo diverso di vedere le cose.

A meno che non ci sia qualcosa sotto, a meno che non si stia nascondendo un sentimento di rabbia o di invidia o di impotenza o di non lo so.

Resta il fatto che anche questo è un modo per non guardare gli altri negli occhi, per non dare, nè calore, nè affetto, nè parole, nè abbracci.

Perché magari nessuno lo ha mai fatto con noi (eppure qui avrei qualcosa da dire...).

Ma è tanto bello abbracciare gli altri, dimostrargli il nostro affetto, aprire il cuore e dividere con chi abbiamo accanto tutto quello che contiene - sguardi, sensazioni, parole, silenzi, percorsi, dubbi, certezze, gioie, problemi.

Di colpo ci si trova con il doppio di quello che si aveva prima,

con tanto calore nell’anima, con la voglia di abbracciare il mondo

tutto intero, così com’è.

Questo venerdì di fine anno è proprio così.

Questo venerdì di fine anno sono davvero una persona diversa, che non vuole ricevere dagli altri ma che cerca in sè qualcosa da dare, agli altri,

qualcosa per scaldare - nonostante tutto - quei cuori

che sento

freddi, gelidi e senz’anima.

venerdì 23 novembre 2007

Piccola peste

...ieri sera sono stata mezz'ora a guardare la mia pancia che si muoveva a ritmo di musica.
Ogni tanto aveva degli scossoni su un lato, a volte si spostava tutta da una parte, poi dall'altra... la piccola creatura era in cerca della posizione per la nanna, credo, perchè poi, dopo trenta minuti di spostamenti e agitazione, si è immobilizzata e non l'ho più sentita fino alle 6 di stamani.
Certo che è davvero un incredibile miracolo quello che stiamo vivendo... e, quando il papy si avvicina, i suoi movimenti si modificano, quando lui parla lei sembra ascoltare, perchè si ferma un attimo e poi risponde, a suo modo, spostandosi o tirando colpi...
Ma dico io, come si fa ad avere solo un momento di non-felicità sapendo quello che ti sta succedendo?
Come si fa a non emanare gioia e felicità da tutti i pori?
Come si fa ad arrabbiarsi per questioni di lavoro? o per qualsiasi altra cosa? Non ci riesco proprio. Ed è bene così, anche a costo di sembrare un po' tonta.
Sono troppo felice per provare un qualsiasi sentimento negativo.
E infatti per festeggiare (e per ringraziare) la mamma e la piccola creatura ieri sera hanno preparato anche una torta: una bella bavarese alla frutta fresca... Oggi la assaggiamo e poi vi facciamo sapere..
Come si può non essere felici con una piccola peste nella pancia ed una bavarese alla frutta sulla tavola???


commenti:

#1 11 Dicembre 2007 - 17:55
 
beh coplimenti, felicitazioni...credo sia l'opera migliore che uno possa creare.
Utente: 260169 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.260169
#2 28 Dicembre 2007 - 19:20
 
260169: grazie, sì, penso proprio che la vita non ci possa dare altro che conti di più della possibilità di dare vita a qualcun altro...!
OK, mi sono capita da sola.
Utente: PolePole2 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.PolePole2
#3 28 Dicembre 2007 - 19:23
 
a proposito, mi sono dimenticata di commentare la bavarese:
SPET-TA-CO-LA-REEEEEE!
Tant'è che è stata ripetuta almeno altre due-tre volte, nella versione ai frutti di bosco... una sublime dolcezza...
Utente: PolePole2 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.PolePole2

giovedì 22 novembre 2007

Non ho smesso di avere vizi

NON HO SMESSO DI AVERE VIZI Non ancora. E non ho intenzione di farlo. Per nessun motivo. Certo che un po' ho dovuto modificarli, i miei vizi, per fare spazio a chi (piccola creatura!) ha diritto di crescere bene, senza i rischi derivanti dai vizi di mammà (....vedi che le origini partenopee ogni tanto affiorano?) Che poi, nel mondo, i rischi che dovrà affrontare saranno ben più gravi, quello è un altro discorso, che certo non voglio affrontare oggi. Il VINO lo bevo sempre, molto meno ma molto più buono di prima: prima la qualità, poi la quantità! Di CIBO poi non se ne parla: visto che ho avuto la grande fortuna di non avere nemmeno una nausea, nè un odore che mi dia fastidio, nè una qualsiasi intolleranza... e allora lì dai con il farsi venire tutte le voglie del mondo (se non ne approfitto ora, quando mi ricapita più?). Faccio un esempio: la nipotina mi ha sentito dire che mi era venuta in mente quella specie di nutella che c'era ai miei tempi, quella di due colori (che poi non mi ricordo nemmeno se a quei tempi mi piacesse tanto...boh!?), come si chiamava?.. e allora ha tartassato la sua mamma finchè non l'hanno trovata in un discount sperduto nella campagna toscana... e poi me l'ha portata tutta fiera, dopo averla impacchettata per benino, felice di aver soddisfatto la voglia della zia che la farà diventare la Cugina Grande...! E' evidente che i miei vizi insistono particolarmente sulla GOLA (e sono sicura che la piccola creatura apprezza, visto che l'unico momento in cui sta tranquilla è quando siamo seduti a tavola!): non posso certo farmi venire pensieri negativi, che riguardino invidia, accidia (oddio, devo dire che spesso mi perdo nel dolce far niente del riposo obbligatorio che mi tocca ogni tanto...ma poi qualcosa da fare lo trovo sempre!), superbia (anche se la nostra piccola creatura sarà sicuramente la migliore del mondo...;O))), ...beh, la lussuria sì però! quella sì che possiamo praticarla...! OK. Diamoci una calmata. Mi dicono che oggi è il Giorno del Ringraziamento... anche se non è una nostra tradizione, perchè non cogliere l'occasione per ringraziare anche noi? Tutti, e dico tutti, hanno qualcosa per cui ringraziare, chiunque, dovunque... ...e dato che il ringraziamento è una cosa molto personale, che ognuno farà nel privato della sua coscienza, quello che posso invece manifestare è la voglia comunque di festeggiare: quindi, stasera si festeggia con... tacchino ripieno! (se trovo la ricetta...e più che altro se trovo il tacchino...!)


commenti:

#1 20 Maggio 2008 - 12:23
 
Però hai perso il vizio del blog!!!!!!!!!!
Utente: Romins Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.Romins

giovedì 19 luglio 2007

Sarà

sarà che è caldo
sarà che è già giovedì
sarà che devo mettere la testa in una contabilità dei ferri che mi farà sicuramente impazzire
sarà che ascoltare Grazie Roma dopo aver sentito al telefono la mia amica romana mi fa un po' commuovere
sarà che ho un marito che è una favola
sarà che ho una collega di scrivania che mi fa morire dal ridere
sarà che la piccola creatura cresce ed io sto benissimo
...........................................................SONO LA DONNA PIU' FELICE DEL MONDO!

e la cosa più bella è che continuo a mantenere TUTTI i miei piccoli e grandi vizi... 
quelli più dannosi STO cercando di limitarli, ma...! :-)


commenti:

#1 06 Novembre 2007 - 14:17
 
Sarà. Però sei sparita.
Utente: Romins Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.Romins

martedì 26 giugno 2007

una bella novità

...c'è un cuore che batte...
ancora non riesco a crederci, eppure c'è, è lì che se la dorme (per ora) senza fare rumore, senza dar noia a nessuno (nemmeno a me), in attesa di nascere e cominciare a fare casino!
Sono tanto tanto felice!
Polepole è al settimo cielo, e amo' non è da meno!

venerdì 15 giugno 2007

Attacchi violenti

...ma forse tutte queste violenze verbali che io recepisco come attacchi a me, alla mia persona, al mio lavoro, alla mia capacità di fare, hanno un motivo diverso da quello che penso io? ...ma forse vale il proverbio che dice che la miglior difesa è l'attacco? ...ma forse allora faccio paura? attaccare l'altro per tenerlo a bada, per evitare "che prenda troppo gallo", che si faccia forza e si butti nell'immenso vuoto della vita lavorativa da sola, senza aver più bisogno di te..."Non ti devi mai azzardare"... ...beh, allora anch'io mi devo difendere. Quindi un bel vaffanculo al prossimo attacco non glielo toglie proprio nessuno!


commenti:


#1 22 Giugno 2007 - 15:41
Certo che a volte un bel "fanculo a tutti ci sta proprio bene!"
Utente: Romins Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.Romins
#2 22 Giugno 2007 - 15:48
sì.
E di un po' di vendetta che ne pensate?? 
Utente: PolePole2 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.PolePole2

mercoledì 6 giugno 2007

Voglia di fa' saltami addosso

oggi è una di quelle giornate uggiose, di quelle che l'ultima cosa che hai in mente di fare è portare avanti le pratiche in ufficio... ci sono milioni di cose più interessanti da fare, soprattutto quando nel lavoro che ti viene richiesto non ci sono possibilità creative, ma solo tante rotture di palle... E come fare a far capire ai capi che hai bisogno di esprimerti, di dire al mondo intero che sei una persona, con una fantasia incredibile, che hai un mondo di idee in mente? Ho pacchi e pacchi di blocchi a casa, con schizzi, spunti, idee, suggerimenti, bozze, modellini, ...di tutti quei progetti ne ho realizzati solo una piccola parte..ma bellissimi! ...ma qui mi sento stretta, ho voglia di fare e di creare ma senza tutti i vincoli che mi si impongono (e i vincoli di cui parlo non sono certo quelli urbanistic, anzi: quelli e tutti quelli che sono imposti dalla legge sono un divertimento, una sfida continua. Il problema sono quei vincoli stupidi imposti per partito preso dal capo, che ha il gusto dell'orrido, quello delle casettine tutte uguali, senza personalità, senza colore, senza...!). Insomma, scusatemi lo sfogo ma mi ci voleva proprio! (TANTO PER CHIARIRE UN CONCETTO che non c'entra x niente col discorso di prima) "NONOSTANTE TUTTO": HO MESSO UN PUNTO A QUESTA STORIA. stufa di accettare le stramberie degli altri (anche se sono persone a cui ten(go)evo, di capirle, di pensare "poi gli passa, è un momento". A questo punto basta. Anche se sarò di nuovo presa x "la vittima", perché così fa comodo pensare. MI dispiace perché non ho più voglia di chiedermi se ho fatto io qualcosa di sbagliato o è solo uno di quei suoi momenti. Mi dispiace ma basta così. NONOSTANTE TUTTO.

venerdì 25 maggio 2007

Risotto alle fragole

(ricetta copiata dalla Cuochetta de Un Diavolo per Fornello - vedi link a destra) Dosi per 4 persone: 350 g di riso, 150 g di fragole, 50 g di burro, una piccola cipolla, vino bianco secco, mezzo bicchiere di panna, brodo, sale, pepe. Mondate la cipolla, affettatela al velo, quindi mettetela in uan casseruola in cui avrete fatto spumeggiare 40 g di burro. Quando la cipolla sarà appassita buttate il riso e dopo un minuto, spruzzatelo di vino. Aggiungete le fragole mondate, lavate e tagliate a pezzetti. Bagnate con un mestolo di brodo mescolando bene. Cuocete il riso per 15 minuti, aggiungendo altro brodo caldo a mano a mano che verrà assorbito (un litro e un quarto circa). Incorporate la panna e cuocete per altri 3 minuti. Spegnete il fuoco, unite il burro rimasto, regolate di sale e pepate. Coprite e lasciate riposare il riso un minuto, dopodichè servite! MMMMMM, mi è venuta voglia di farlo stasera questo risottino...per festeggiare l'arrivo a casa del pargoletto, mascotte del CircoloVizioso........oppure è meglio la variante all'ananas...? ai bloggers l'ardua sentenza!

venerdì 18 maggio 2007

I grandi dilemmi...

..e anche quest'anno arriva il momento fatidico di decidere dove abbiamo voglia di andare a scaricare tutta la tensione accumulata in 350 giorni di lavoro.
Tutti gli anni ci ripromettiamo di prenderci qualche giorno anche durante il resto dell'anno, ma tutti gli anni puntualmente (ma che gli è venuto in mente agli svizzeri di inventare gli orologi precisi???) non riusciamo a staccare se non il giorno di Natale, quello dell'Ultimo dell'Anno e quello di Pasqua.
Se fosse per noi, poi, di posti dove andare ce ne sarebbero... abbiamo ancora tutto il mondo da vedere...ma soldi, tempo e seghe mentali varie ci fanno restringere il campo di parecchio.
La mia proposta di quest'anno è: perchè non prendiamo la moto e affrontiamo il viaggio per la Puglia suvvidendolo in quattro tappe? (più che altro per salvaguardare il posteriore...)
...non voglio ancora pensare alle risposte...
lo so che è un viaggio lungo e che la moto ci ha lasciato a piedi già due volte per cause sconosciute e che a detta dei meccanici non si conosceranno mai, ma è lì il bello: vuoi mettere trovarsi nel bel mezzo dell'Aurelia (perchè a quel punto fai la strada normale, no? più divertente...) con magari 34°, con jeans, scarpette, giubbotto, casco nero, zaino alle spalle (perchè nel baule non c'è entrato tutto) e la moto si spegne... è lì che ti diverti!
però passi a trovare gli amici di Roma, che magari si aggregano;
ti viene voglia di vedere Napoli perchè non l'hai mai vista se non quando eri piccola e ti ricordi solo il traffico;
ti ricordi che ti avevano detto di un posto vicino Sorrento che deve essere carinissimo...
Ok, in Puglia ci arrivi dopo quindici giorni e poi devi solo tornare indietro, però ti sei divertito! hai fatto amicizia con un sacco di gente (anche col meccanico che ti ha aggiustato la moto: "avevano sbagliato a montarti la batteria quando hai comprato la moto, non era quella giusta, ma come hai fatto ad arrivare fin qua???"), il sole lo hai preso solo sulla fronte e sulle mani, i bagni li hai fatti, ma solo di calore,...
... va be', nonostante ci possano essere delle probabili difficoltà di cui mi rendo conto... lo voglio fare lo stesso, perchè secondo me ci si diverte.
Vi farò sapere. Tanto ancora c'è tempo...


commenti:

#1 18 Maggio 2007 - 21:22
ciao,grazie x il passaggio da me!per le vacanze...secondo me l'idea della moto è bellissima,non è detto che poi arriviate a destinazione...quando dovete tornate indietro!!
Utente: silo9 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.silo9

#2 21 Maggio 2007 - 11:10
e'nfatti. E' quello che dico anche io... e mi sa che s'ha da fare proprio. Anche perchè la proposta, se non ancora approvata (per quello ci vorrà tempo...) perlomeno è stata presa in considerazione. E credetemi, è già un bel passo avanti...
utente anonimo

martedì 8 maggio 2007

Il nido

... sempre sabato sera abbiamo scoperto per caso che uno storno? un tordo? boh? ha fatto il nido nel nostro gelsomino. Ed ora è lì che cova, zitta zitta senza muoversi, per non farsi vedere da nessuno... e in effetti se non era per l'aperitivo nel portico (pera e Martini) non ce ne saremmo mai accorti...
Così si aggiunge un nuovo animale alla serie di quelli che ha scelto casa nostra come nido d'amore (oltre a noi!): la gatta bianca rossa e marrone sotto la siepe, le lucertole nel giardino lato sud-ovest (al caldo, no?), i topolini forasacco (è bene che non lo sappia chi so io...) dietro la casina di legno, la famiglia dei merli e quella dei passerotti nel giardino lato est (con tutti i semi che ci mettiamo per avere un prato che sembra uno zerbino verde...!)
...si vede che percepiscono tutto l'amore che c'è!


commenti:

#1 08 Maggio 2007 - 09:17
Tra "viziosi" ci si intende! Grazie di aver risposto al mio appello: ti manderò un messaggio per esporti il mio problema. Intanto buona giornata!
Utente: ranafatata Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.ranafatata

#2 09 Maggio 2007 - 08:17
...Gelsomina esce dal nido la sera verso le sette e la mattina verso le otto... ma a quanto pare il ciottolino con le briciole e la frutta non è di suo gusto... proverò con due fette di salame: ha di sicuro bisogno di energie...!
utente anonimo

#3 15 Maggio 2007 - 08:34
Ciao polepole!
vengo a trovarti anche io con piacere!
Curiosa di sapere di che paese della puglia è la tua amica che abita a Torino... non si sa mai che la conosca!
Ciao ciao e a presto
Annamaria or Cuochetta
utente anonimo

lunedì 7 maggio 2007

Coniglio con la polenta

NON CI SONO PIU LE MEZZE STAGIONI (dice la CuocaRossa di Qualcosa blogga in pentola - vedi link)
...a chi lo dite del tempo... 
...pensate che sabato scorso, col tempo che era, mi è venuta una voglia irresistibile di Coniglio in Umido con la Polenta!
... le olive erano quelle colte a novembre '06 dal mio alberello (4 kg di olive x uno stecchetto di legno con tre rami...! è stato proprio esagerato!) e che avevamo amorevolmente 'salamoiato' con le spezie portate via da Zanzibar per il nostro viaggio di nozze...
... il vino per la marinatura, invece, proveniva da una bottiglia di primitivo che mi ha mandato l'anno scorso uno dei miei cugini pugliesi (...21°...)
...(il resto ce lo siamo bevuto in altra occasione, soli soletti)...
Quanta poesia dietro ad un coniglio... e come mi è venuto buono... Era così freddo e piovoso che mangiarselo in compagnia di qualche buon amico, con le finestre aperte sul diluvio ed un bicchiere di vino in mano, è stata proprio una soddisfazione! ...per la serie TUTTIIVVIZI!!!

martedì 3 aprile 2007

La voglia di non fare

...che non è svogliatezza, non è l'essere pigri, è proprio la voglia di godersi la pacifica sensazione di esserci e non essere presenti, di dedicare il tempo all'ascolto dei suoni e dei rumori della vita quotidiana, alla sensazione del calore del sole sulla pelle, del vento che soffia tra i capelli finalmente lunghi, del profumo di caffè che viene dalla casa della vicina del piano di sopra e di quello di curry e spezie che ancora non conosco dalla casa dei vicini di giardino... mentre cinguettano gli uccellini e la radio suona una canzone che non sentivo da tanto tempo...
...si chiama ACCIDIA? ...beh, è una bellissima sensazione. Peccatto che debba proprio andare al lavoro ora...


commenti:

#1 12 Aprile 2007 - 06:54
Grazie per gli auguri dopo 12 anni in un posto cambiare non sarà facile ma ce la metterò tutta.
Raffy
Utente: raffy11 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.raffy11

lunedì 12 marzo 2007

Operazione San Valentino a sorpresa

Siccome non sono un'amante delle cose fatte perchè bisogna farle, e siccome penso che non basti festeggiare soltanto un giorno all'anno tutto l'amore cha abbiamo l'uno per l'altra, ho appena deciso che stasera sarà una delle nostre serate di San Valentino.
La cenetta romantica, le luci per creare l'atmosfera giusta, i cuoricini rossi appesi ai rami di nocciolo che stanno in cucina, candele accese... sì, tutto questo ma anche altro...
E credo proprio che il menù prevederà: risotto al tè verde, trote non so ancora come ma con un pizzico di arancia... il dolce no. Il dolce siamo noi...!

giovedì 1 marzo 2007

Una voglia irresistibile

... Sabato ci è presa una voglia irresistibile...
e abbiamo cambiato colore alla nostra stanza preferita: la camera...!
...Certo che il Feng-Shui ci chiappa parecchio quando dice che certi colori influiscono particolarmente su certi aspetti della vita di coppia... (ciò che c'è da immaginare lo lascio a chi legge...)!!!

venerdì 26 gennaio 2007

Vite parallele

Ho iniziato a vivere una vita parallela. Anzi, più di una vita.
Mi affaccio alla finestra e butto l'occhio nelle case del vicinato, indicandogli cosa fare, come farlo, in che ordine farlo. Vedo i loro bisogni e rispondo alle loro esigenze...
Contribuisco alla costruzione delle loro case, consiglio cosa comprare, dove posizionare gli arredi, quando chiamare gli amici, se invitarli a mangiare una pizza o a fare quattro salti... oppure a fare un bagno in piscina, se gliel'ho già fatta costruire...
Ad i giusti orari li mando al lavoro, o a scuola, anche se qualche volta non mi danno retta, perchè rimangono a letto...decido per loro se vogliono cambiare lavoro, se vogliono imparare qualche cosa, se vogliono giocare a scacchi o fare un po' di palestra...

Perché tutta questa SUPERBIA???

Ma chi sono io per decidere della loro vita???
Un qualsiasi DIO???

... o semplicemente una che ha trovato su un giornale il gioco completo dei SIMS...???


commenti:

#1 01 Febbraio 2007 - 15:32
 
Pensa che il mio sim è arrivato a 4 stelle di popolarità e ha mollato tutto per sposarsi. Adesso fa il fattorino, ma arriverà in alto. eheheh
Utente: Ladal Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente.Ladal
#2 02 Febbraio 2007 - 13:46
 
...la mia vecchietta (Lola) ha il vizio (giustamente, figlia di cotanta madre!!!) di non trattenersi in nessuna delle sue attività... e nonostante la sua veneranda età è appena stata promossa: fa l'esattore per non so quale mafia Simcityana!
Tra l'altro ha trovato l'amore da poco: un tizio (vecchietto anche lui) con il vizio di guardare le stelle e con un figlio intelligentissimo frutto di chissà quale notte di passione sotto il cielo di SimCity...
Secondo me si sposano presto...
utente anonimo

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...