mercoledì 9 settembre 2009

Nel Mar Ionio ho pescato... un fiore!



... Ora che so che la mia piccola 'ciofechina' è arrivata a destinazione posso finalmente pubblicarla!
La 9^ tappa della Caccia al Tesoro di Mamma Felice  (ormai terminata, ma sappiamo già che ci saranno degli sviluppi e delle nuove avventure... del resto Mamma Felice è sempre una garanzia di divertimento!) prevedeva la realizzazione di un gioiello hand-made. Abbiamo già parlato del “tris” che ho ricevuto da MAMIMU, ora è la volta del “mono” che le mie manine ciottolose sono riuscite a fare... e scusate la scarsa capacità tecnica :-(
Ho sempre pensato che gli oggetti, una volta esaurita la loro funzione principale, potessero continuare a vivere sotto altre forme, con altre funzioni; soprattutto credo fermamente in tutte le possibilità di riciclo dei materiali. 
E devo dire che le mie raccolte di oggetti sulla spiaggia hanno dato ancora una volta il loro frutto: questo pezzetto di mattonella da rivestimento l’ho trovato che rotolava sulla mia spiaggia preferita, in una calda mattina di agosto. 
Di solito guardo molto attentamente sassi e conchiglie sul bagnasciuga, alla ricerca di colori e forme particolari (vedi il sasso a forma di cuore usato per l’anello)... ma quest’anno gli occhi erano presi dalla piccola meraviglia, che faceva la spola tra l’acqua e l’ombrellone con secchielli, palette e formine, quindi c’è stato poco tempo per bighellonare!


Questo fiore, però, si è fatto osservare: piccolo, delicato, solo accennato. Già levigato, arrotondato ai bordi, aveva anche già perso lo smalto lucido tipico delle piastrelle. 
Per quelli che sono i miei gusti, non so se avrei mai scelto un rivestimento con questo tipo di decoro... (si sa, gli architetti, vanno sempre sull’high-tech, fanno tanto i moderni, loro...! ;-P); ma quel fiore mi ha colpito per la sua semplicità e così, da solo, mi ha dato quell’idea di ‘essenziale’ che adoro
“Less is more”, diceva qualcuno...*

Poi è arrivata Mamma Felice col suo mini-swap e mi ha dato l’occasione buona per far ri-fiorire quel piccolo fiore pescato nel Mar Ionio: come scrivevo nel bigliettino di accompagnamento a Suomii, di Suomii-bijoux (lei sì che fa gioielli veri, andate a scuriosare sul suo blog!), chissà da dove viene quel piccolo fiore? chissà da dove è partito il suo viaggio?
Chissà quante persone lo avranno guardato, dove avrà abitato, prima di cominciare una nuova vita, così, semplicemente ‘ingabbiato’? 
Certo è che, prima di finire in mare era uno dei tanti fiorellini rosa su una piastrella da bagno.
Ora, invece, ha una nuova vita, da protagonista assoluto!!!
Ringrazio Suomii, che con il post che ha dedicato al piccolo fiore ha colto l’essenza della mia idea: la voglia di scoprire quante vite nascoste può contenere un oggetto dimenticato o anche un solo piccolo frammento di esso”
Grazie a te, Suomii, grazie soprattutto perchè hai capito che questa ‘ciofechina’ era fatta col cuore...!
*... e qui ecco spuntare l’anima da architetto! ;-))
Mies van der Rohe è uno dei maestri dell’architettura, uno di quelli che all’università ti insegnano ad adorare come un dio. [Poi però capisci che anche lui aveva qualche lato così-così...!] Non che sia proprio il mio architetto preferito, ma se provate ad osservare qualche sua opera capirete anche voi quanto sia stato importante per lo sviluppo di un nuovo modo di vedere le cose, non solo architettonicamente parlando...

9 commenti:

  1. troppo bellissimo, e non sono complimentosa (nella tua foto comunque riesce meglio che in quella di swuomi)..bella la descrizione che ne fai della nascita (ma lo so già che le tue parole catturano dentro)..bellissimo l'anello e la sua storia..che dire, grazie!

    RispondiElimina
  2. ..chissà, se fui io a decorar quel fiore..... (^_^)

    Bell'idea Polepolluccia, complimenti!

    Un bacio
    Tatti

    RispondiElimina
  3. che cosa poetica cara!!

    Delizioso il tuo fiore.

    RispondiElimina
  4. un vero soffio di vita potente, complimenti !

    RispondiElimina
  5. @ bombamagagna: ... quanti complimenti... mi fai arrossire... grazie a te!

    @ Tatti: chissà... la Tattina ha fatto qualsiasi cosa nella sua vita, no?? ;-))

    @ grazie eppi!

    @ giardigno65: ... che dirti? La vita cerca sempre di farsi sentire... e risentire... e risentire ancora!

    RispondiElimina
  6. Sarà che parli di "fiore" e sento il richiamo di un'assonanza con me...
    Sarà che vedo un ciotolo e sento il richiamo del mare...
    Sarà quel che sarà, come cantava qualcuno, ma questo bijoux è proprio un bijoux!

    Ciao, elena°*°

    RispondiElimina
  7. ... detto da te, Fiore tra i fiori, è un gran bel complimento, sai? ... chissà, magari sei stata la mia musa ispiratrice...! ;-P
    Grazie, Elenita!

    RispondiElimina
  8. Cara Silvia,
    ti ringrazio per il commento alle foto di Barili. In effetti, il merito è solo suo, di Gianni Barili. Io l'ho scoperto e lui è stato molto gentile a permettermi di pubblicare le sue foto sul blog.

    E' vero che il mio fiore (scusate ma ora è mio :-))) è bello, poetico e "significante". E' vero che la mia foto purtroppo non rende benissimo.

    Sono molto contenta Silvia che ti piaccia l'idea Creatività & Integrazione e ti prego fornirmi più spunti possibili...
    Un abbraccio, Suomii

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...