mercoledì 21 ottobre 2009

Teglia di patate, zucchine, cipolla e pomodori




Ogni tanto a casa del Circolo Vizioso ci coccoliamo con questa ricetta da niente, calda calda, saporita, gustosa e profumata, insegnatami da nonna Iolanda, che era una maga del ‘metto su una cena dal niente’: è una preparazione semplicissima e si può fare in poco tempo, il resto la fa il benedetto forno...


INGREDIENTI (indicativamente per 4 persone ma vado sempre a occhio con le quantità)

  • 2 patate medie
  • pomodorini pachino
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla media
  • origano secco
  • capperi
  • olio e.v.o.
  • sale q.b.

PREPARAZIONE

  1. Si tagliano le verdure a fette alte 1 cm e si alternano nella teglia facendo degli strati
  2. Si condiscono con una bella spolverata di origano secco (trucchetto: prendete l’origano tra le mani e strusciatelo fra le mani facendolo cadere sulle verdure, sentirete che profumo...!), con capperi a piacere, olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale (ma anche no, dipende dai capperi...)
  3. Si aggiunge acqua tiepida fino a metà altezza delle verdure
  4. Si mette in forno a 180° x almeno una mezz’oretta (ma poi assaggiate, che “la brava cuoca è quella che assaggia”, diceva mia nonna!)

Ultimamente abbiamo provato questo contornino anche con la piccola meraviglia, usando cipolline dolci, tipo le ‘borettane’, quelle schiacciate, piccole e bianche... il risultato? abbiamo cenato col suono del “5 stelle della p.m.” che ha assegnato alla preparazione: un mormorio di soddisfazione ad ogni boccone che addentava! altro che Guida Michelin! ;-))

8 commenti:

  1. Mmmhhh che bontà! ... e lo dico per esperienza, dato che faccio anch'io un piatto simile (solo: patate, pomodoro e maggiorana) insegnatomi da un vecchio amico di famiglia. A proposito, è da un po' che non lo faccio, mi sa che stasera tocca... magari con l'aggiunta di capperi e cipolla di Tropea! ;-D

    RispondiElimina
  2. ma che bontà...mi è venuta una fame...grazie della ricettina..grande nonna iolanda.
    baci alla p.m.
    Anto

    RispondiElimina
  3. ...Semplice, saporito, salutare. Una "polepolata" insomma.
    ^_^ (I love your being)

    Tatti

    RispondiElimina
  4. wow... una teglia di verdurine che fa parecchio gola pure a me!!!
    complimenti cara.

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono un sacco queste ricette super veloci... leggere... e slurpose... da copiare sicuramente... anche quando il frigo piange... ;-)
    grazie, ciao

    RispondiElimina
  6. brava polepole, questo post mi ha messo appetito, vado a mettere su la zuppa di cipolla. yum

    RispondiElimina
  7. Io non ce l'ho il dono di nonna Iolanda del ‘metto su una cena dal niente’ :-(

    Sarà che la mia povera nonna Rosa, faceva asciugare le melanzane fritte sui fogli della settimana
    enigmistica!!!

    Forse è per quello che, a differenza tua, ho erditato una cucina da rebus !!!

    RispondiElimina
  8. Questo piatto è un po' la rivisitazione di quella che io chiamo "bandiera": cipolla, pomodori, zucchine, melanzane, patate tagliaite a pezzi e fatte cuocere in padella. Atrimenti la variante è metterla nel forno coperta di pangrattato. Io vado pazza per le verdure!!!!
    P.S. La mia puledrina mangia volentieri tutte le verdure, ma non è che accetta così volentieri tutte le novità, mi spiegate come fate????

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...