martedì 30 giugno 2009

Invito a cena: sono aperte le iscrizioni alla Cena dell'Allegra Compagnia!



Come promesso, eccoci qui pronte a dare il via a questo mega invito a cena virtuale, a dare seguito ai nostri post precedenti...


... Pronte a partecipare?


Questo invito a cena è una raccolta (eh si!) di ricette varie: cosa portereste a una cena tra amici? oppure, cosa vi piacerebbe trovare in un buffet o a una cena?


In molte, nei commenti al post precedente, avete chiesto se la ricetta da portare doveva essere sciccosa, adatta al luogo o alla serata particolare, da passare qui... 


La nostra risposta è: fate voi, a voi la scelta, non ci sono limiti, il menù lo scegliete voi, potete partecipare con quante e quali ricette volete: potrete presentarvi con un menù completo (antipasto, primo o secondo, contorno e dolce), con un'aragosta in bellavista o con un panino col salame (... cosa vi ispira di più???), ma anche semplicemente con una buona bottiglia di vino o un bouquet di fiori, perchè no, l'importante è divertirci e stare tutte insieme (anche se virtualmente, va bene per ora, poi magari, chi lo sa...)


E' tutto molto semplice, le modalità di partecipazione sono quelle di qualsiasi altra raccolta che vedete in giro per il web:

  1. inserire nel proprio blog il banner/logo dell'iniziativa (l'invito che vedete in alto) con il link a questo post (le ricette le raccoglieremo tutte qui)
  2. pubblicare nel proprio blog la ricetta con la foto
  3. lasciare il link della ricetta nei commenti a QUESTO (e solo questo) post
  4. valgono anche ricette già pubblicate
  5. inserire nel post il banner della raccolta
  6. alla cena possono partecipare tutti anche chi non ha un blog ma ama la bella compagnia, basta inviare la ricetta con foto via mail a polepole2@excite.it oppure a elisa@lacasadibetty.net, con oggetto "Invito a cena"
  7. la cena si terrà il 30 settembre 2009, il termine ultimo per inserire le ricette saranno le ore 16,00 del 30 settembre 2009


... alla fine della raccolta creeremo un pdf con tutte le ricette e le foto che potrete poi scaricare (il bello è la condivisione, no?)


Pensate, saremo tutte lì, sotto questo meraviglioso gazebo a chiacchierare, ridere, scherzare e... mangiare :-P!



Il 30 settembre io e Elisa saremo impegnate nei preparativi: pubblicheremo un post con tutti, ma proprio tutti i link delle vostre meravigliose preparazioni e ognuno potrà servirsi...


Pronte? La raccolta parte ADESSO!


Noi intanto indagheremo, spulceremo nei posti più impensati, rovisteremo nelle soffitte e nei cassetti di mammà... alla ricerca dell’apparecchiatura perfetta, per stupire i commensali... alla ricerca di tutte le indicazioni di chi se ne intende per organizzare al meglio un meraviglioso banchetto...


Importante: mi raccomando, se inserite la ricetta qui non fate il doppione inserendola anche dall'altra parte e viceversa, ci creerebbe difficoltà e confusione in seguito, grazie!


... beh? siete sempre lì? forza, correte a preparare la cena! :-))

giovedì 25 giugno 2009

Invito a cena: l'allegra compagnia di fine estate


Eccoci ad inviarvi questo particolare invito a cena: nata per caso, questa idea si è sviluppata grazie alla collaborazione ed all’entusiasmo di Elisa (lacasadibetty), che ha colto al volo la proposta: insieme abbiamo studiato, commentato, inventato e dato vita a questa cosetta qui, che se funziona, magari, potrebbe anche diventare un appuntamento fisso (...mah!? chi vivrà vedrà, e magari parteciperà...!)


Dato che siamo tutte vicine col cuore ma lontane chilometri e chilometri, in giro per l’Italia e non solo, abbiamo pensato di riunirci per una sera tutte insieme davanti ad una stupenda tavola imbandita, in un luogo piacevole, particolare, che sia un 'vizio' per la vista, per il gusto, per l'olfatto... per tutti i 5 sensi (e magari anche per il sesto...!), e con tante ma tante portate, come in uno di quei banchetti rinascimentali, curati in ogni dettaglio, dall'apparecchiatura della tavola alla posizione delle verdurine decorative sull'aragosta in bellavista...

... Una cena di fine estate, in una di quelle sere tiepide, col cielo stellato, con la brezza che sfiora le tende bianche del gazebo che ci ospita, il profumo di gelsomino nell'aria, le risate della compagnia, il vino, lo spumante (rigorosamente italiano!)...


La presentazione di questo vero e proprio happening avverrà in due fasi (ovvero due post a breve distanza l'uno dall'altro - facciamo nell'arco di una settimana?):

1. Invito a cena, location e presentazioni (questo post)

2. Modalità di partecipazione e raccolta adesioni 


La cena vera e propria si terrà ad adesioni avvenute, la sera del 30 settembre, con la pubblicazione di un post in cui saranno presentate tutte le portate, abbinate al partecipante che l’ha preparata e inviata a me in questo blog oppure ad Elisa.

Che ne dite? Avete voglia di venire a cena? Ah, portate pure chi volete, non ci sono limiti di spazio!


LA LOCATION

Villa Oliva Buonvisi (San Pancrazio) (foto tratta da Wikipedia)


Per cominciare,

dato che voleva essere un’avvenimento elegante e prezioso e dato che (spero) saremo in tante, ci voleva un posto particolare e raffinato, nonché abbastanza ampio da accogliere tutti gli invitati.

E dato che ultimamente mi piace dare il valore che merita alla mia bella Lucchesia (che bella è bella davvero, solo non troppo conosciuta... ma questo forse è un bene), ho scelto il giardino di Villa Oliva (prima Buonvisi), una splendida villa del 1500, progettata da Matteo Civitali e posta nelle campagne della Piana lucchese, vicina vicina ad altre meraviglie come la Villa Reale di Marlia (residenza della sovrana di Lucca e poi di tutta la Toscana, Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone) o la Villa Mansi, abitazione della Famiglia Mansi - mercanti della seta a Lucca, con giardini disegnati da Filippo Juvarra, o la barocchissima Villa Torrigiani, con i suoi sontuosi giardini realizzati dai progetti di André Le Notre per Versailles... ed a tante altre residenze, meno conosciute ma non meno mirabili.


Ecco, immaginatevi noi, tutte insieme, in sciccosissimo abito nero e tacco 10 (tanto in realtà siamo con l'infradito al piede, col prendisole e la 'ciappa' che raccoglie i capelli...!) in giro in questo meraviglioso giardino, a chiacchierare e prendere l'aperitivo sedute su poltroncine all’interno del Parco della Villa, di circa 5 ettari, con grotteschi 


La grotticina


e giochi d’acqua


Fontana delle cascatelle



Fontana della Sirena


e poi statue di marmo, stanze di verzura...


... ad un certo punto della serata ci accomodiamo sotto un elegantissimo gazebo stile pagoda (preso in prestito da Unopiù)...


... e diamo inizio alla nostra meravigliosa Cena dell'Allegra Compagnia... che aspettate a venire con noi?


lunedì 22 giugno 2009

Estate 2009: quella della Caccia al Tesoro da Mamma Felice



Verrà ricordata così negli annali dell’archivio ‘sempre da archiviare’ di polepole: sul forum ne abbiamo parlato tanto ed è stata accolta con tanto entusiasmo da tutte/i noi... ora zaino in spalla: cominica l’avventura...!

E’ la CACCIA AL TESORO estiva organizzata dal ciclone Mamma Felice-Barbara, che nel suo sito ci darà modo di lavorare anche d’estate, anche se saremo in vacanza su un’isola felice (:-((...), anche se passeremo le meritate ferie in città, col caldo e le zanzare. 

Come sempre nella vita, ci sarà da lavorare... ma fossero tutti così i lavori da fare per guadagnarsi la pagnotta...!: andreamo alla ricerca di foto a tema, di oggetti su richiesta, dovremo scrivere commenti particolari... tutto al fine di raccogliere punti, i famigerati MF, ‘i mammifelici’, che ci avvicineranno sempre più alla conquista del vero e proprio tessssssoro: L'isola del Tesoro di Robert Louis Stevenson, un libro che nell’immaginario avventuriero infantile di polepole era veramente come un graal da trovare ad ogni costo, da leggere e da rileggere...

... e non ci sarà solo questo: in palio materiale da scrap, kit fai da te, stoffe e stoffine e un sacco di altre cosine.... e allora: guai a chi si perde questa meravigliosa caccia al tesoro web, la prima!


Riusciranno i nostri eroi a conquistare i necessari mammifelici?


Riuscirà polepole a non fare brutte figure e a conquistare qualcosina? :-P


Riusciranno i nostri eroi a trovare una chiavetta internet da utilizzare quando (forse) andranno in vacanza (se ci andranno)?


A presto con le prossime avventure...!

giovedì 18 giugno 2009

Entro Fuori Entro Pesto...


Un bell’antidolorificomagnifico d’estate!

Vi ricordate il gioco dell’elastico?

Io ricordo ancora la cantilena di voci bambine giù nel cortile, nell’unico pezzetto di cortile dove si trovava un briciolo d’ombra: ‘Entro Fuori Entro Pesto Entro Fuori Annodo Caramella...!

E chi riusciva a fare l’altezza maggiore veniva onorato da applausi e seguito da sguardi ammirati...

Me l’ha fatto tornare in mente Mammafelice, con un suo post sui giochi da fare d’estate (le regole le trovate da lei, ma probabilmente ognuno aveva le sue...): l'elastico era davvero uno dei giochi più belli del mondo, nella nostra infanzia, ma probabilmente lo sarebbe anche in quella dei bambini di oggi, se non ci fossero ‘altre’ pressioni, provenienti da quelli che tutti noi additiamo come “i soliti colpevoli”...!

E come l'elastico, erano bellissimi tutti i giochi 'poveri' che si facevano ai miei tempi; googolando ho trovato questo sito. Meraviglioso antidolorifico da mettere da parte, e magari da usare come spunto per i ragazzini di oggi...


Ho già ricordato che il gruppetto dei ragazzini della quercia era piuttosto numeroso, c’erano maschi e femmine, più o meno in parità. E giocavamo tutti insieme, a squadre a due a due, una volta abbiamo fatto un torneo, con tanto di coppa... 

... di gelato presa dal gelataio che passava con la sua motoretta bianca proprio sotto casa!


La campionessa di elastico del gruppo era una ragazzina bianchiccia, magrolina, coi capelli lunghi e biondi e gli occhi chiari, sempre dolce e gentile coi bambini più piccoli (una vera 'principessa', oserei dire...!), più grande di me di qualche anno: l’ho sempre adorata, con la capacità di adorazione che hanno le bambine di 6-7 anni, con la certezza che ogni cosa che faceva lei era perfetta e doveva essere fatta così e solo così. Ora quella ragazzina è una giornalista, anche piuttosto brava, che seguo da lontano, ammirandola ancora un po' di nascosto, e ricordando la nostra infanzia insieme...


Quando c’era in programma una sfida con l’elastico, eravamo pronti a rinunciare a tutto, dalla spesa al supermercato (che a quei tempi era un evento, almeno da noi!) alla visita all’amichetto in vacanza al mare (“... ma ci possiamo andare più tardi...? DEVO GIOCARE ALL’ELASTICO...!”)


E quell’elastico, che conservavo come una reliquia nel bauletto delle cose preziose... e non era che un elastico da mutande... 

Pensare a quanto possono essere importanti per noi cose che altri nemmeno vedono... ma questa è una cosa di cui ancora vado fiera: riuscire a dare importanza a cose apparentemente (soprattutto per chi è un po’, diciamo così, superficiale!) insignificanti.

Ed è un insegnamento da tenere a mente: a volte un elastico da mutande vale più di una villa al mare!


venerdì 12 giugno 2009

candy oh candy


Ultimamente mi è proprio venuta una mania per i blog-candy... ed ho sempre avuto quella per Candy Candy... e allora come non approfittare?
... scopro questa blogger, D-Chan, che tra l'altro si dedica al mio accessorio preferito, orecchino o collana che sia... (altro vizio che ho dovuto mettere in stand-by causa piccola meraviglia scatenata in abbracci e baci... casomai mi strappasse anche un orecchio oltre ai tanti baci!!!).

D-chan indice il suo primo candy e mette in palio ‘qualcosa’ fatto con le sue mani... e che mani, a vedere le sue creazioni... ma non dice cosa sarà, perché sarà un omaggio personalizzato....


... mmm, da acquolina, direi... cosa aspettate a partecipare? il candy scade il 30 giugno, accorrete numerosi!!!


giovedì 11 giugno 2009

Stanley, il bambino piatto



... eh sì, polepole non è proprio capace di non farsi coinvolgere nelle avventure più pazze e divertenti della blogosfera...!

Da mammagiramondo ho scoperto Stanley: e così, questa volta, abbiamo trovato la scusa per girottolare per Lucca e dintorni, per portare in giro Stanley, un bambino che ha avuto un piccolo “incidente di percorso” ed ora è piatto piatto piatto... leggetevi la sua storia qui

Stanley ha quindi la fortuna di poter viaggiare in lungo ed in largo per il mondo, vedere posti nuovi e il bello è che non paga alcun tipo di biglietto! può viaggiare in una busta, in valigia, in macchina seduto sul sedile di dietro (ma anche lui deve mettere la cintura...!), può viaggiare trasportato nelle pagine di un libro (wow! una nuova idea per un segnalibro!!!) ... insomma: Stanley è in fondo e dopo tutto un bambino fortunato, perchè dopo quell’incidente gli si sono aperte nuove opportunità e nuovi mondi da scoprire, una vita diversa, ma non per questo meno entusiasmante e divertente. E questo, seppur preso come gioco, deve essere un insegnamento per tutti noi: nonostante i piccoli incidenti ed accidenti della vita, cerchiamo sempre il lato positivo in tutte le cose... in qualche modo la vita, ve lo posso assicurare, migliora!

Le regole per ospitare Stanley sono queste.

Stanley ha già fatto tappa nella Bologna di Mammafelice ed ora in viaggio per la casa di Amelia...

... io intanto aspetto di essere messa nella seconda lista di viaggio del piccolo Stanley (che a quanto ho capito andrà anche in Cina e in Perù...!), così poi vi leggerete un bel post con un minidiario di una giornata con Stanley in giro per Lucca e provincia (corredato da foto e menù del pranzetto al sacco che faremo...). Chissà quante risate che ci faremo e che sogni, con i racconti dei suoi viaggi per il mondo... non vedo l'ora!

Cosa aspettate a partecipare anche voi?

mercoledì 10 giugno 2009

scrigno-candy

Da Gessica di Scrignoscrap c'è un candy vacanziero a sorpresa: ha messo in palio un bel po' di cose e poi sono previsti anche 3 premi di consolazione... considerando le opere che è capace di creare, io mi sono buttata a capofitto!
Attente, scade il 25 giugno alle ore 14!

lunedì 8 giugno 2009

La torta di semolino della zia prada - alias Pole Prada Semolcake


Da un po' di tempo dovevo postare questa ricettina, goduriosa quanto mai e semplice semplice, che riesco a farla mentre la piccola meraviglia si fa il pisolino prima della pappa!


Il nome del dolce è dovuto alla mia cara e bella cognatina, chiamata (da me e basta) “la zia prada” per la sua passione per i capi ‘firmatuzzi’, o comunque per tutte le cosine un po’ alla moda (anche se, di Prada, lei continua a dire che non ha niente!); diciamola così: se volessi avere una personal assistant per gli acquisti modaioli chiederei asssssolutamente solo a lei, che sa sempre tutto al riguardo!

La realtà è che la zia prada è una bravissima ragazza, che mi da un sacco di consigli su tantissime cose (dalla piccola meraviglia in là...), che mi dice tutte le ricettine per i dolci veloci veloci e che le voglio un bene dell’anima!


INGREDIENTI

- 130 g di semolino

- 130 g di zucchero (meglio se di canna)

- 1 l  di latte caldo

- 4 uova

- uvetta oppure mandorle a filetti oppure pinoli... quello che vi va!

- zucchero a velo oppure cacao amaro in polvere

- la buccia grattata di un limone non trattato (quindi un po’ bruttino, non bello giallo e lucido! a meno che non sia dei vostri...!)


PROCEDIMENTO

  1. Mescolare semolino e zucchero a secco. Se usate lo zucchero di canna cercate quello più fine, che si scioglie meglio.
  2. Accendete il forno a 180° e mettete l’uvetta (se la usate) in una tazza di acqua calda, con una strizzata di limone, oppure di rum, se non la fate sbafare ai piccoli di casa!)
  3. Quando il latte è sul punto di bollire buttare a pioggia il semolino e far cuocere mescolando continuamente per 10 minuti
  4. Appena il semolino si addensa spengere la fiamma e lasciar raffreddare
  5. Nel frattempo preparare le uova sbattute: i tuorli separatamente dagli albumi, da montare a neve, per rendere più spumosa la torta
  6. Quando la crema di semolino è tiepida mescolarvi i rossi sbattuti, poi gli albumi montati a neve, dal basso verso l’alto (consiglio di Anna Moroni :-)...!) per incorporarli meglio. Aggiungete anche la buccia di limone grattata.
  7. Aggiungere l’uvetta o i pinoli a questo punto, in modo da farli distribuire in tutto il composto.
  8. Versare in un bellissimo stampo di silicone a forma di rosa (e pensare che il papino non voleva che lo comprassi...!!!) e mettere in forno già caldo per 40 minuti (n.b.: ho imparato a mie spese che i forni non sono tutti uguali, quindi questa indicazione lascia il tempo che trova: l’importante è che la crosticina sul dolce sia bella scura, anzi se sbrucicchia un po’ sui lati è meglio...)
  9. Quando il dolce è pronto lasciare in forno a raffreddare, poi sformarlo e, se il colorito è un pochino bianchiccio (come era venuto questa volta a me..!) dare una bella spolverata di cacao amaro, altrimenti ci sta bene una nevicata di zucchero a velo!

... buona ingrassata!

mercoledì 3 giugno 2009

Blog candy da S@r@

Blog candy da S@r@, una cara web-amica educatrice di asilo nido, sempre disponibile per dare consigli e chiarimenti sulle nostre piccole pesti...!
Il suo blog ha raggiunto 20.000 visite (!!!) e lei indice un candy con tante cosine in premio... scade il 22 giugno, io ci provo, e voi???

lunedì 1 giugno 2009

Chi non PIFFA in compagnia...



... tra-la-la, tra-la-la-la, tra-la-la-la, tra-la-la-la...


Tranquilli, polepole non è mica diventata matta... e non è nemmeno il mancato ponte (sgrunt!) che mi ha distrutto (oddio, forse invece sì...!)

E’ che guardando in bacheca venerdì sera, in attesa del “suono del gong” (quel momento in cui tutto l’ufficio si alza in piedi e corre verso la porta per farsi un fine settimana di relax, in santa pace, senza problemi che assillano... avete presente?), ho visto una strana parola e la mitica Tattina che compariva, sempre così simpatica, con quelle codine sbarazzine...

... e allora mi catapulto a vedere: non posso certo farne a meno. polepole mille ne pensa una ne fa (forse...)!

E allora devo assolutamente partecipare anche io a questa nuova avventura: si tratta di un PIF (io, ancora, con tutte queste parole swap, pif, candy, atc, e chi più ne ha più ne metta... non mi oriento tanto bene!). Insomma, funziona così:


1) Le prime 3 persone che lasceranno un commento a questo post riceveranno un regalino fatto a mano da me (e voglio vedere chi è che ne ha il coraggio... chissà cosa potrebbe portarvi il postino...!) entro i prossimi 365 giorni.


2) In cambio dovranno a loro volta onorare il mio PIF, assumendosi lo stesso impegno sul loro blog e lanciare a loro volta un PIF.


3) Si spedisce il regalo solo a coloro che avranno pubblicato un analogo messaggio sul loro blog, quindi, chi ci stà, dovrà inviarmi indirizzo e link del post.


E allora io ringrazio in anticipo Tatti per la meraviglia che sicuramente farà arrivare a casa del circolovizioso (perché da quando la conosco ha sempre fatto meraviglie...!)


E vi dico che, in previsione:

- delle future giornate libere dal lavoro (ma ci saranno davvero???)

- della incredibile voglia di fare che mi insegue ultimamente

- di tutte le idee che mi fate venire in mente con le vostre creazioni (sempre bellissime!!!)

- della mia passione per i vizi e per le "allegre compagnie" di cui in copertina...

... mi metto a pensare a qualche PIF-regalo da fare a chi ha il coraggio di presentarsi all’appello! Ho già qualcosa in mente...

Orsù, siate coraggiose, rispondete all'appello!


Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...