mercoledì 27 gennaio 2010

Dieci cose che mi fanno felice - Allenarsi alla felicità






La mia cara SMILE di Ballando con Sofia mi premia mettendomi nell’elenco dei blog che legge con piacere...
E’ bello sapere che ci sono persone che ti apprezzano così come sei, coi tuoi (tanti) difetti e anche con i pregi che sai di avere (da qualche parte, nascosti, ma ci sono!!!)
Mi piace giocare al “gioco delle cose che mi fanno felice” perché ne troverei sempre di nuove: il mondo è pieno di motivi per cui gioire, sta solo a noi stare attenti ad ogni piccolo particolare e ad ogni ‘oh’ di sorpresa che le piccole cose sono in grado di regalarci. E non dobbiamo avere paura di essere retorici se scopriamo che la gioia ce la può dare una corsa in altalena, fortechepiùfortenonsipuò, o se ripensiamo alla pura felicità provata quando abbiamo sentito muovere la piccola creatura che cresceva dentro di noi...

ALLENARSI ALLA FELICITA’
Credo di essere una persona molto fortunata e quindi - nonostante gli alti e bassi che danno un po’ di suspence alla vita - cerco di essere felice e serena tutti i giorni, dalla mattina quando mi sveglio, nonostante io sia uno spettacolo poco carino, appena alzata (!!!), alla sera quando vado finalmente a letto (e ce ne vuole per arrivarci, in quel letto!).
Per esempio non riesco a dormire se è rimasta in sospeso una discussione che ha alzato un po’ i toni: sento il bisogno di riappacificarmi e di fumare un bel kalumet prima di addormentarmi...
Penso che la felicità vada conquistata ogni giorno che passiamo sulla Terra, penso che questo sia un po’ il compito e la missione di noi tutti, di qualsiasi razza, sesso, credo, opinione politica siamo. E penso anche che per imparare ad essere felici ci si debba allenare duramente, raccogliendo lungo il percorso gli indizi che ci possono aiutare a diventare le persone che vogliamo essere: perché essere felici è anche riuscire a diventare ciò che vogliamo. E non parlo solo di carriera professionale o di ‘arrivi ecoomici’. Parlo di cose di tutti i giorni, parlo di sorrisi per iniziare bene la giornata, parlo di stare bene con noi stessi e di accettarsi per quello che di base siamo.
Per allenarci, quindi, per ‘imparare la felicità’, abbiamo bisogno anche di guide e di riferimenti, di manuali sul tema e di spunti da condividere. Per questo, prima di partecipare al giochino di SMILE, vorrei condividere con tutti una gioia in più:




Mamma Felice per me è un’amica che c’è, di quelle su cui sai di poter contare: nei giorni scorsi è riuscita in uno dei suoi mille intenti e con il suo libro (io l’ho già ordinato, andate a vedere qui) sono convinta che darà un bel contributo per raggiungere quella felicità che tutti noi meritiamo ma che magari non sappiamo come trovare...

E dopo tutti questi discorsi seri, partecipo anch’io al “gioco delle cose che mi fanno felice” e vi dico giusto giusto le prime 10 che mi vengono in mente (dopo aver accuratamente tolto la cioccolata, che si sarebbe autoassegnata tutte le posizioni...! ;-P)
  1. la mia piccola meraviglia non potrebbe che essere al primo posto di questa classifica: da quando c’è lei, il mondo è tutta un’altra cosa! :-))
  2. la colazione tutti e tre insieme nel fine settimana: il momento più bello, che assaporiamo senza fretta, giocando e facendo a gara a chi inzuppa più biscotti nel latte
  3. le amiche che ci sono, nonostante non ci si possa sentire ogni giorno
  4. le persone che trovano sempre il modo di fare un sorriso
  5. un tuffo in un mare pulito e trasparente
  6. una cena con gli amici di sempre, un buon vino rosso ed un piatto di salumi e formaggi
  7. leggere un bel libro, accoccolata sul divano, con la mia bella copertina di Ikea coi cuori rossi (e la piccola meraviglia che dorme, altrimenti è impossibile!)
  8. un massaggio alle terme, ma ultimamente non mi occorre nemmeno farlo: mi basta pensarlo e sono già più felice...!
  9. guardare fuori dalla finestra una mattina d’inverno e vedere i pettirossi che beccano le briciole che abbiamo messo nella loro casetta in giardino
  10. va be’, dai, c’ho provato, ma come faccio a non mettere la Nutella fra le prime 10? è umanamente impossibile, no? :-))

A questo punto dovrei elencare i blog che mi piace leggere... naaa!
Questa volta non mi adeguo alle regole, ma ne metto una io: mi farete felice anche voi, se vorrete partecipare a questo gioco, voi che passate di qua, facendo un po’ di “allenamento alla felicità”, parlando delle vostre gioie e facendo scoprire a tutti le piccole cose che fanno felici.
Raccogliete pure il premio, quindi, fate un bel post raccontando le prime dieci cose che vi rendono felici e lasciate un commentino con il link del vostro post qui, in modo che tutti possano fare allenamento...! :-))
E buon allenamento alla felicità! :-))

mercoledì 20 gennaio 2010

2010 motivi per ringraziare in ordine sparso - N°1: ho vinto CenerOntola!!!






[ndr: questo è un post programmato, scritto da Poluchina mentre sorseggiava una tisana Mirtilli e Vaniglia, comodamente accoccolata sul sofà verde salvia (sofà di recupero proveniente da una vecchia soffitta, ripulito dalle ragnatele, grattato e ridipinto da polepole, sistemato all’ingresso del CircoloVizioso, vicino alla porta a vetri, da dove Poluchina osserva il mondo indaffarato passare correre e non vedere... ma questa è un’altra storia!). 
Polepole - nel frattempo - è in un qualunque luogo, lontano anni-luce dal CircoloVizioso, alla costante ricerca di qualcosa che ancora non ha trovato... là, dove nessun uomo è mai giunto prima!]


Tempo fa, nell’ambito dei festeggiamenti pre-natalizi, Mamma Felice ha organizzato un bel po’ di give-away, giochini semplici semplici a cui partecipare per poter vincere i succulenti premi messi in palio.
La nostra Mamma Felice - ciclone all’ennesima potenza - ha sempre un sacco di idee e di sorprese da proporre ogni giorno e, un bel giorno - come nelle favole più belle - ha proposto di trovare un fidanzato alla bella e un po’ sfigata CenerOntola.
Sì, avete letto bene: CenerOntola, non Cenerentola. 
CenerOntola è figlia di Davide Nonino*, uno scrittore meraviglioso (questo il suo blog: Parole appiccicate), che ha scoperto che CenerEntola (quella della favole) ha un alter-ego REALE, una principessa bisbetica e un po’ fuori forma (taglia XXXXL, dice lui...), che a differenza dell’altra è
“Una Principessa con le curve, che non ha bisogno di ritoccare le sue foto con photoshop, come fanno CenerEntola e Biancaneve.
Una Principessa che non ha paura di dire qualche parolaccia, di sdraiarsi sul divano ‘birra-rutto libero-patatine, e di essere ogni tanto vanitosa.
Una Principessa che dice apertamente che le modelle e le principesse taglia 40 le stanno sulle scatole, perchè le Principesse VERE hanno le forme, i sogni e soprattutto LO STILE!!!” [copia/incollato dalla presentazione di Mamma Felice].
E Polepole ha risposto così all’appello di Mamma Felice:
Eccomi!
Ora che il criceto ha ricominciato a girare dentro la ruota, mi è venuto in mente che la nostra cara e bell[ina] CenerOntola potrebbe incontrare il PrincipOnzolo – fratello della più famosa e bellissima Raperonzolo -: perché in realtà i figli che dette al mondo la regina madre erano due e, mentre Raperonzolo fu rapita dalla maga, il principe suo fratello aveva fatto in tempo a nascondersi… (ah, questi uomini un po’ vigliacchi!)
In realtà il PrincipOnzolo si meriterebbe la gogna per la poca (anzi, inesistente) cavalleria dimostrata, ma in fondo anche lui è un uomo, no? e noi possiamo offrirgli la possibilità di redimersi, dandogli in sposa una principessa che lo saprà di sicuro tenere a bada e che sarà capace di tirar fuori le sue caratteristiche positive (perché ne avrà almeno una, no?!)
E poi CenerOntola e Raperonzolo magari, diventando cognate, inizieranno a volersi un po’ più bene e a trovarsi anche qualche pregio, oltre ai mille difetti… (perché CenerOntola è vera, di sicuro, e la adoro per questo, ma a volte rischia [e mi immedesimo in lei] di voler cercare solo i difetti nelle patinatissime principesse (e anche nelle perfettissime cognate…  ) di cui parla!
Abbiamo vinto solo per l’estrazione fortunata, in realtà c’erano talmente tante proposte di Principi carini e interessanti... tutti bei partiti, è chiaro (il Principe Azzorro di Beta è quello che secondo noi meritava il premio della critica, ma potete leggere e giudicare voi stessi qui, nei commenti)


Il PrincipOnzolo è stata la proposta del CircoloVizioso, ma magari tanti altri Principi aspettano di essere scoperti e attendono una collocazione nel libro delle Favole Vere... chissà che uno di questi non lo conosciate anche voi? Qualcuno di voi ha voglia di giocare? Senza vincere premi, solo per soddisfare la voglia di divertirsi con le parole, per trovare “un vizio in più con cui viziarci”...!


Noi del CircoloVizioso - da parte nostra - ringraziamo Mamma Felice e Davide Nonino per averci dato l’occasione di riscoprire una nuova passione e per la gioia e la leggerezza che ci hanno regalato con un semplice gioco (semplice ma pieno di contenuti...!)


* Davide Nonino tiene laboratori di scrittura creativa con bimbi e ragazzi nelle scuole, è uno scrittore che si diverte a fare il suo lavoro, che lo fa con passione e non solo ‘per lavoro’. Ne siamo convinte perché pensiamo che solo chi lavora con vera passione possa ottenere certe soddisfazioni e certi risultati. Dopo aver letto il suo manuale (e l’abbiamo già letto e riletto!) è accaduto qualcosa di strano (e di sicuro non sarà accaduto solo al CircoloVizioso): la voglia di Scrivere, per noi e solo per noi, per divertirci con le parole, per osservarle con altro sguardo, ha invaso le stanze del nostro bel circolino... e ogni pezzo di carta rimasto bianco ha subito una ‘rivisitazione’, fatta di giochi di parole, di scambi di lettere, di anagrammi e quanto altro ci invita a fare Davide con le sue idee ed i suoi esercizi di scrittura creativa.

venerdì 8 gennaio 2010

Per un 2010 all’insegna del vizio...




Aaaaaaah, così sì che s’inizia bene l’anno! All’insegna del vizio, certo, ma si sa che noi al CircoloVizioso parliamo sempre di vizi positivi... ;-))
Anche perché “il negativo” è una cosa talmente triste e deprimente che al CircoloVizioso lo abbiamo messo al bando! E un giorno lo esibiremo nella pubblica piazza, sistemato sulla gogna e sottoposto alla tortura del solletico, come fanno ad Asti ... ah ah ah, ci pensate? che divertimento! lo faremo ridere e ridere e ridere... forse così, “il negativo” imparerà che nella vita bisogna riconoscere i propri errori ed imparare a vedere sempre il lato positivo di sé stessi e degli altri (anche se a volte è proprio difficile...!)


Comunque, bando alle ciance, pensiamo alle cose serie:
la prima proposta per questo nuovo anno è un bel blog-candy. Anzi, un Book-Candy, quello che organizza Antonella, una mia cara, carissima amica (;-))... lei sa perché!!!), che sul suo blog ha proposto questa bellissima iniziativa per festeggiare il suo compleanno (il 18  gennaio) e quello della sua bimba (il 29 gennaio).



Il vizio di leggere inizia così il nuovo anno.
Ci saranno tante e tante iniziative per stuzzicare la curiosità di chi ha questo bellissimo vizio, ci sarà modo di parlare di libri e di proporre letture agli altri. Il criceto che lavora nella mente di polepole non ha perso tempo ed è tornato al lavoro per smaltire i chiletti messi su per le feste... ;-))
Intanto accogliamo con grandissimo entusiasmo il Candy di Antonella, poi ci faremo sentire anche noi e vi faremo leggere leggere e leggere! Le regole le trovate sul blog, per partecipare dovete iscrivervi entro il 7 febbraio 2010...
... a proposito! passate da lei a fare gli auguri, eh?!!

Il 2010 sarà un anno attivo e ricco di sorprese, noi del CircoloVizioso ci siamo preparati alla nuova avventura che ci aspetta... e voi?

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...