sabato 29 maggio 2010

La Garmugia Lucchese


Il tempo forse comincia a migliorare...
Ma non si sa mai, quest’anno la primavera è pazzerella davvero. E magari si ha ancora voglia di minestre calde calde, la sera che ancora l’aria è frizzantina...
E siccome primavera è stagione di primizie, polepole mette al fuoco quelle che le piacciono di più e produce questa bella minestra tipica lucchese, colorata di verde e saporita oltre ogni dire:

La garmugia lucchese
Ingredienti per 4 persone: 

  • 3 cipolline novelle
  • 2 carciofi
  • 4 cucchiai di pisellini freschi
  • 4 cucchiai di baccelli freschi
  • 3 cucchiai di punte di asparagi
  • 100 gr di carne di vitella macinata
  • 50 gr pancetta
  • 1 l di brodo di carne
  • 2 fette di pane casalingo
  • Olio E.V.O.
  • Sale

Preparazione: 

  1. Faccio rosolare le cipolline fresche tagliate a fettine in un tegame a bordi alti, insieme a 4 cucchiai di olio e la pancetta tritata.
  2. Aggiungo la carne macinata quando le cipolline diventano trasparenti; quando la carne è tutta dorata aggiungo le verdure, partendo dai carciofi, puliti e tagliati a spicchi, proseguendo con le altre
  3. Spolvero di sale, faccio insaporire un bel po’ e verso il brodo di carne bollente (l’ho provata anche col brodo vegetale ma l’originale è migliore, come sempre...!)
  4. Lascio sobbollire per una quarantina di minuti, finché le verdure no sono cotte ma non sfatte.
  5. La garmugia lucchese si serve con crostini di pane tostato (chiaramente toscano, sciapo e casalingo!) e tagliato a dadini.
E buona garmugia a tutti!

giovedì 27 maggio 2010

A caccia di felicità con album scrap - foto n°6



6) progettare e imparare a farlo da chi ne sa più di me...

Ho sempre pensato che le cose si debbano imparare non solo sui libri ma ‘sul campo’, mettendo le mani in pasta, sudando sette camicie, coinvolgendo tutte le nostre capacità e non solo il saper spiegare a parole quello che si è studiato.
Questo pensiero vale per tutto quello che nella vita ci può essere da imparare:
vale per le tabelline
vale per la pasta frolla
vale per la storia degli aztechi
vale per il saper presentare il proprio lavoro agli altri
vale per i temi a scuola (e non solo a scuola)
vale per il cambio di un pannolino
vale per l’imparare a progettare qualcosa che non sia solo bello a vedersi ma anche utile ed utilizzabile da coloro a cui è destinato.

Questa foto l’ho scattata a Zanzibar, durante la nostra luna di miele.

Questa foto è “felicità”, per me, perché mi ricorda i bellissimi momenti che abbiamo passato in quella splendida isola.
E’ felicità perché è stata un’occasione per scoprire un mondo diverso e un modo diverso di vivere.
E’ felicità perché ho trovato conferme ‘sul campo’ di qualcosa che sui banchi di scuola (e su quelli dell’università) nessuno mi aveva mai insegnato e che sentivo forte nel mio modo di pensare: quando si progetta è fondamentale, è vitale, conoscere la realtà in cui si va ad intervenire, conoscere le persone che utilizzeranno il nostro progetto, conoscere le condizioni in cui si dovrà operare.
E spesso per imparare a conoscere queste cose basta affidarsi alle persone.
Quelle ‘normali’, quelle di tutti i giorni.

mercoledì 26 maggio 2010

Il vizio di leggere - Bambini Indaco (o "I bambini imparano ciò che vivono")



“I bambini imparano ciò che vivono.
Se un bambino vive nella critica impara a condannare.
Se un bambino vive nell'ostilità impara ad aggredire.
Se un bambino vive nell'ironia impara ad essere timido.
Se un bambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole.
Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente.
Se un bambino vive nell'incoraggiamento impara ad avere fiducia.
Se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia.
Se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere una fede.
Se un bambino vive nell'approvazione impara ad accettarsi.
Se un bambino vive nell'accettazione e nell'amicizia impara a trovare l'amore nel mondo.”
Doret's Law Nolte

Una verità da non scordare mai.
Qualsiasi cosa ci passi per la testa di fare, per qualsiasi motivo, con qualsiasi giustificazione possiamo portare a nostra discolpa, ricordiamoci sempre chi abbiamo di fronte.
E chi ci prenderà come esempio.


Questo post ha come punto di partenza la recensione che troverete oggi su Zebuk.
Il libro che ho letto è Bambini Indaco - Realtà del Terzo Millennio, di Paola Giovetti. Un libro che per me è importantissimo.
Al di là di ciò che si possa pensare sull’esoterismo, al di là delle credenze spirituali di ciascuno di noi, al di là delle opinioni personali sull’argomento. Le verità raccontate da questo libro sono sotto gli occhi di tutti.

Il guaio è che a volte ci dimentichiamo delle cose ‘vere’, perché le diamo per scontate.
Il guaio è che nella nostra vita vorticosa i bambini occupano oggi un posto molto delicato, sempre in bilico tra impegni e occupazioni dei grandi, che trovano poco tempo per loro. E magari non molto di qualità.

Il monito da ricordare sempre e comunque è allora quello che scrive Dorothy nella sua poesia.
Ricordarsi sempre che siamo il primo e fondamentale esempio per chi, piccolo e fiducioso, cresce con noi.
E non dare mai per scontate certe verità, perché c’è il rischio di dimenticarle.

Per qualche notizia su Dorothy Law Nolte, vedi qui

sabato 22 maggio 2010

Tutto quello che so della vita l’ho imparato da Sex and the City




No, non è polepole che parla... dei miei maestri di vita parleremo in un altro momento... ;-)
Chi parla è Paola Maraone, la meravigliosa mamma che ha scritto “Ero una brava mamma prima di avere figli”. Libro che ormai ha messo radici sul comodino (ormai piegato in due dal peso dei libri) di polepole, che ogni tanto lo riapre, per fare un sorriso o per rileggere certi passi importanti...
Ne avevo già parlato qui e anche su Zebuk, avevo raccontato quanto fosse stato divertente, piacevole e istruttivo, quanto mi avesse insegnato e quanto avessi fatto tesoro di ogni parola e di ogni consiglio. 
E avevo anche sperato in un nuovo libro di questa ragazza incredibile...

E ora è finalmente giunto quel momento: “Tutto quello che so della vita l’ho imparato da Sex and the City” esce tra una settimanetta in libreria e io ho già prenotato la mia copia!
Ancora una volta Paola ci farà ridere e sorridere con le tragicomiche avventure di una mamma, donna, compagna: a detta sua questo libro
“[...] risponde a una serie di domande fondamentali, come: "perché un uomo che credevo intelligente mi ha lasciato via post-it?", "perché non è mai facile distinguere un rospo da un principe azzurro?", "perché non devi mai dare le chiavi di casa a tua suocera?". [...]”
E questo la dice già lunga su quello che ci aspetta quando leggeremo il resto...

venerdì 21 maggio 2010

A caccia di felicità con album scrap






Il forum di Mamma Felice ha sempre mille idee da proporre: i "cricetininelcervello" lavorano e lavorano e producono un sacco di spunti e di idee creative...

Dalla fervida mente di Cipi (con il contributo di un paio di spunti presi un po' da Eniko e un po’ dal CircoloVizioso: grazie Cipi, sono contenta di aver contribuito anch’io a farti venire questa bellissima idea!) e con la disponibilità di Carola, è nata questa nuova avventura: un concorsino di caccia alla foto, collegato alle “10 cose che ci rendono felici”, 10 foto da raccogliere secondo un elenco personale e personalizzato, da raccogliere successivamente in un album scrap che ci insegnerà a realizzare la nostra amica Carola. 
In questo post verranno inserite le foto delle partecipanti, poi si proseguirà con le indicazioni per realizzare l’album.
Un altro modo per costruire il nostro antidolorificomagnifico, insomma, un modo in più per avere sempre a disposizione ciò che ci rende felici e ci fa sorridere in quella giornata in cui sembra andare tutto storto...

E allora io partecipo e mi appunto qui l’elenco delle prime 10 cose che mi sono saltate in mente, giusto per ricordarle una volta di più:
polepole
1) va beh, più che scontato: la piccola meraviglia e il papino, per me sono una cosa sola e non posso dividerli... la felicità ai massimi livelli! tutto quello che non sapevo ma desideravo avere dalla vita!
2) la mia famiglia, quella di origine e quella che mi ha accolto come figlia e sorella
3) stare con gli amici, col bicchiere pieno e il sorriso in faccia
4) il mare e i suoi dintorni: il vento nei capelli, la sabbia tra le dita, il profumo della salsedine quando le onde si infrangono sugli scogli (ma come sono poetica oggi!!!)
5) cucinare, anche quando devo farlo all’improvviso perché qualcuno si auto-invita a cena dieci minuti prima!
6) progettare e imparare a farlo da chi ne sa più di me... sembra una cosa scontata ma non sempre chi comanda è così...
7) il sole, sempre e comunque
8) il profumo della terra bagnata dopo una breve pioggia estiva
9) colorare con le matite grandissimi fogli bianchi e riempire tutti gli spazi liberi in una qualsiasi pagina (ma questa forse è pazzia, più che felicità...!!!)
10) questo forum e tutte voi ragazze (e mo’ voglio vedere cosa mi invento per la foto... valgono anche i fotomontaggi? ;-)))
Seguiremo insieme questa avventura (mi riservo di sostituire qualche foto, se non riesco a rendere quel che vorrei...), dal principio fino al termine, se vi va: perché ciapinare fa bene alla salute e questo giochino da fare insieme promette di farci continuare in modo divertente il nostro "Allenamento alla Felicità"!
E magari (e penso ai piccoli pasticci che riesco a combinare...!) ne viene fuori anche qualcosa di carino... ;-))

martedì 18 maggio 2010

Ciao from Tuscany: benvenuto dal CircoloVizioso!




La mia cara amichetta Daniela VerdeSalvia ha iniziato una nuova avventura insieme ad una blogger d’oltremare: Ciao From Tuscany è un blog che racconta due paesi completamente diversi, la Toscana ed il Maryland.



Io ho dato un’occhiata a questo nuovo blog e sono rimasta rapita: per una toscana amante della Toscana come me, ogni accenno alla mia amata terra è sempre ben accetto... 


L’America delle piccole cittadine di provincia la adoro, con i mattoncini delle case di metà ‘800, i giardini curati, con quel disordine ordinato, con le porte rosse e le guest-house da sogno...

Mettete insieme queste due cose, aggiungeteci l’entusiasmo con cui le due raccontano le loro avventure, in un diario bilingue, ricco di foto, di immagini e curiosità, ma anche di storie quotidiane... date una shakerata, spolverate con pizzichi di mercatini, artigianato, vecchie cose che un giorno riprendono vita, piazze e particolari delle nostre belle città, con giardini d’oltremare, con sbirciatine nelle cucine e negli armadi... otterrete così un cocktail formidabile, fresco, leggero e divertente, da gustarsi quando avete voglia di una pausa rilassante e vi andrebbe proprio di staccare la spina e trovarvi in un altro mondo!

Questo blog promette di raccontarci tante belle cose, di portarci a spasso in luoghi sconosciuti oppure no, ma in fondo sempre visti con occhi diversi dai nostri, quindi attenti a particolari diversi da quelli che coglieremmo noi: un bello stimolo davvero, per la vista e per l’anima!
Aspetto di vedere tutto quello che le nostre due amiche ci proporranno... e intanto vado a sistemare i miei armadi per accogliere il loro invito!

Un applauso, un abbraccio ed un Benvenuto a Ciao from Tuscany, a Daniela e a Karen dal CircoloVizioso al gran completo!

venerdì 14 maggio 2010

Di ottimismo, di lettura e di segnalibri in palio...



"Ma non ci posso credereeeeee!!!
E pensare che stamani mi ha svegliata un bruttissimo temporale, con tuoni, fulmini, lampi e saette, poi è saltato il salvavita e io son dovuta correre sotto l’acqua (perché l’ombrello era in macchina...) per riattivarla, quindi mi son bagnata come un pulcino, mi sono ricambiata ancora una volta e ho rifatto la doccia per raggiungere l’auto e venire in ufficio...!
Ma avevo ragione a intestardirmi di voler vedere il positivo anche in una giornata come questa, visto?!!
E ora capisco perché: da oggi mi avvicinerò al mondo della lettura, grazie a questo segnalibro, e - ;-)) dato che non ci sono libri in casa - penso che comincerò a sillabare partendo proprio da quell’elenco telefonico di Trento del 1996 (che poi non ho mai capito cosa ci faccia a casa mia... mah, sarà che raccolgo cianfrusaglie e non vorrei mai buttare via niente?!).
A proposito: Dani, come facevi a sapere la storia del divano???
Grazie millissime, Beta!
Non vorrei dirtelo, ma se poi la lettura mi affascinasse tantissimissimo? E se tu con questo segnalibro avessi contribuito a creare un mostro affamato di letteratura???
A parte gli scherzi, dopo questo commento prolisso e un po’ ‘fulminato’... io correrei a mandarti il mio indirizzo e magari a preparare una bella festa di benvenuto a quello splendido fiore lì, che mi accompagnerà in chissà quali splendide e emozionanti avventure...
Un bacio a tutte e a presto!
polepole del CircoloVizioso"
Questo è il commento che ho lasciato da Beta quando ho scoperto che avevo vinto il suo candy!
La giornata era davvero cominciata sotto i peggiori auspici, ma polepole, ottimista anche quando tutto sembra andarle contro, sapeva già che tutto si sarebbe sistemato e che le cose sarebbero migliorate.
E così è stato: con tanta fortuna ho vinto il segnalibro che la nostra meravigliosa Beta aveva preparato per il suo carinissimo candy, e che ci aveva anche insegnato a realizzare, con tanto di tutorial.
Felice di aver partecipato, di aver parlato di fiori e di colori, di energia, di ottimismo e di pensiero positivo. Questo è il commento che avevo lasciato da lei, infatti:


Beta-meraviglia!

Sei come sempre un vulcano di idee... ;-))

Se devo dirti che fiore vorrei essere... di sicuro un papavero rosso, fragile e delicato, ma con un colore meraviglioso, una grande forza e una capacità di adattamento incredibili!
Fiorisce col caldo e invade i campi con le sue distese rosse, che inondano l’anima di energia: anche se per il linguaggio dei fiori il papavero significa caducità e incostanza, io voglio vedere in questo fiore qualcosa in più (si sa che sono ottimista ad ogni costo...): in fondo, anche se molto facilmente perde i suoi petali, il papavero resta lì e l’anno successivo rifiorisce, no?!!
Grazie per l’occasione e ancora bravissimissima!
polepole
Che dire... L’ottimismo premia, no?!!

Un bacio grande a Beta, creatrice riciclosa e meravigliosa e una raccomandazione:

Anche se tutto gira contro
anche se il vento si ferma quando servirebbe
anche se soffia a sfavore della vostra vela
e vuole portarvi nella direzione opposta a quella che seguite...
Siate ottimisti
cercate di vedere il lato positivo di ogni cosa
a costo di sembrare ingenui
o addirittura pazzi

Qualcuno disse che
anche se noi quaggiù vediamo solo nuvole
lassù il sole splende!

Buon fine settimana a tutti, polepole e il CircoloVizioso al Gran Completo

martedì 11 maggio 2010

Regalare felicità... chi vince?



Vorrei solo ringraziarvi.
Perché il fine settimana del CircoloVizioso è stato piacevolmente passato a leggere i vostri momenti di felicità, accompagnati da un buon bicchiere di primitivo da meditazione e un pezzetto di cioccolata fondente a fargli compagnia (e questo è stato un altro momento felice, credetemi!)
Perché i vostri racconti ci hanno fatto conoscere qualcosa di voi e ci hanno fatto ricordare tanti momenti felici anche per noi.
Perché siete state sincere ed oneste e avete raccontato fatti a volte anche molto personali.

E per questo non è stato semplice decretare un vincitore vero e proprio, perché tutti siamo stati vincitori, in questo gioco: abbiamo imparato come può essere semplice, a volte, tornare a sorridere, quando apparentemente tutto gira contro di noi.

Abbiamo imparato che mettere nero su bianco i propri momenti felici ci fa stare bene e magari da oggi in poi lo faremo autonomamente, senza bisogno di partecipare ad un candy (me lo auguro di cuore...!).

E’ giunto quindi il momento di fare il nome della fortunata vincitrice e di raccontare quale premio simbolico abbiamo scelto per lei... beh, vi avevamo chiesto di trovare un motivo quotidiano di felicità, qualcosa che abbiamo bisogno di mettere a fuoco parlandone, perché magari ci passa davanti agli occhi tutti i giorni e non ci rendiamo conto di quanto possa essere meraviglioso...
Voi avete parlato di tutte le nostre piccole meraviglie, del caffettino caldo caldo della mattina, di sogni e certezze, di amiche che ci ascoltano e ci stanno vicine... tutti i vostri racconti ci hanno regalato un momento di felicità in più e ad ogni commento che polepole leggeva il CircoloVizioso commentava: “è vero! è vero! scegliamo questo!”
Vi assicuro che abbiamo discusso ampiamente e portato tesi e argomentazioni per tutte voi.
Ma poi, nel silenzio della notte, dopo che tutti dormivano e che la serata era passata senza aver fatto una scelta ben precisa... polepole si è svegliata, ha guardato la sua famigliola dormiente ed ha capito quanto sia importante e quanto davvero la faccia felice la sua vita attuale. Il suo essere mamma (e mamma felicissima di esserlo) ma anche donna. E il suo cuore ha ripetuto queste parole:
“- sapere che per mio marito sono ancora donna e non solo mamma”
Sapere che ogni giorno ci svegliamo insieme, come famiglia, e che le carezze ed i baci non sono solo per quel prezioso tesoro che abbiamo fatto nascere, ma anche per noi due, innamorati e felici!

E allora Anna! Sei tu la vincitrice!
Simbolica, è evidente, perché abbiamo condiviso momenti bellissimi con tutte voi e dopo lunga e pacifica discussione non ce la siamo sentiti di premiare solo una persona e solo un motivo di felicità... 
... aspettate! ecco, è appena uscito dalle mani del segretario il decreto definitivo del CircoloVizioso al gran completo:
"I soci del CircoloVizioso, dopo accurato esame dei fatti, attenta valutazione delle argomentazioni, disamina delle richieste e delle immagini allegate ad esse, preso atto della forte volontà di essere felici di tutti i partecipanti alla tenzone
DECRETANO
che il vincitore del primo candy del CircoloVizioso, “Regalare Felicità”, è Anna, del blog annainirpinia.blogspot.com
MOTIVAZIONI:
Anna, con il suo puzzle di motivi per essere felici, ci ha ricordato che siamo anche noi un puzzle di sentimenti, di emozioni e di sensazioni, e che se siamo mamme non dobbiamo scordarci che siamo anche donne! E soprattutto ce lo devono ricordare i nostri mariti o chi per essi (e se se lo scordano abbiamo l’obbligo ed il diritto si ricordaglielo noi... ;) )
Il CircoloVizioso si impegna ad approfondire questo tema, in successivi post e con la collaborazione di tutti coloro che vorranno partecipare.
Il CircoloVizioso inoltre
DECRETA
che tutti i partecipanti al primo candy del CircoloVizioso, “Regalare Felicità”, hanno diritto ad essere premiati, con un piccolo premio simbolico e beneaugurante, per ringraziarli della loro partecipazione ed esortarli a non smettere mai di cercare motivi semplici per essere felici
MOTIVAZIONI E MENZIONI SPECIALI
Tutti i partecipanti hanno dato uno spunto in più per rendere felici anche gli altri, per aprirgli gli occhi e mettere in luce qualcosa che magari si era dimenticato, o dato troppo per scontato.
I soci del CircoloVizioso propongono inoltre MENZIONI SPECIALI per i seguenti partecipanti:
- Gabri per la tenerezza suscitata da quelle manine minuscole in ogni buco della faccia...
- Tatti, per la delicatezza e la forza di quella splendida percezione
- Lizzy, per l’originalità e la bellezza delle immagini che ci ha regalato
- Rita, per l’entusiasmo con cui affronta tutto (e perché era anche il suo compleanno! Tanti Auguri!!!)"

(Polepole, in leggero contrasto col resto dei soci, continua ad essere convinta che la menzione speciale debba andare a tutte voi, alla vostra incredibile capacità di trovare felicità nelle cose di tutti i giorni, alla voglia di felicità che nei commenti fatica ad essere nascosta... Un bacio ed un abbraccio grandi ve li mando tutti, una per una!!!)


Veniamo ai premi: il premio che è stato scelto per la vincitrice del candy è questo:



Si tratta di una lettera che polepole ha scoperto per caso, un giorno, chissàquando chissàdove. L’effetto che questa lettera ha avuto su polepole è stato quello di lasciarla a bocca aperta: pensare che così tanti anni fa qualcuno la pensava già come noi, lo scriveva, ne parlava e veniva anche criticato per certi aspetti del suo pensiero, ci ha fatto decidere che questa lettera fosse il giusto spunto di riflessione per continuare a parlare insieme di cosa sia la felicità e di come fare per raggiungerla.
“Cerchiamo di conoscere allora le cose che fanno la felicità, perché quando essa c'è tutto abbiamo, altrimenti tutto facciamo per averla.”
diceva Epicuro, e noi del CircoloVizioso ci stiamo dando da fare per raggiungere questo obiettivo!
(Per maggiori riferimenti in merito al libro date un'occhiata qui)




Il premio per tutti gli altri vincitori sarà una sorpresa, ci auguriamo gradita, e la scoprirete solo se ci invierete il vostro indirizzo!

A tutti i partecipanti al candy, vincitori in tutto e per tutto: inviate i vostri indirizzi alla mail di polepole. Il CircoloVizioso provvederà a farvi avere il vostro meritatissimo premio!
Ancora grazie a tutti voi e complimenti ad Anna e a tutti gli altri partecipanti!

lunedì 10 maggio 2010

Book-candy-compleanno...



La mia amica Cinzia del blog Mammafortunata (ma anche di tuttoincartella...) indice un book-candy per festeggiare i 2 anni del suo blog.
Libri? figuriamoci se io non mi butto a pesce! ;-)) In palio “Alla fine del silenzio”, un libro di una scrittrice che non conosco e che proprio per questo mi intriga...
Le regole per partecipare al book-candy sono qui. Io ho già lasciato il mio commento, voi che cosa aspettate?
In bocca al lupo a tutti e Tanti Auguri a Cinzietta!!!

venerdì 7 maggio 2010

Regalare felicità - Il candy finisce ma... non finisce qui!



Ragazze, ci siamo!
Questa settimana è volata, con tutti i vostri momenti felici. 
Me li sono letti e riletti, ho cercato di non commentare per dare spazio a voi e solo a voi, poi però un commentino m’è proprio scappato! Devo di nuovo ringraziarvi, per quello che siete, per quello che avete regalato a tutti noi (e soprattutto a voi stessi!) scrivendo nero su bianco almeno un motivo per cui siete felici.
Anche voi avete letto dei momenti di felicità che sono stati depositati qui: momenti quotidiani, aspetti della vita di tutti i giorni che ci sorprendono e ci lasciano col dolce in bocca per tutta la giornata.
E’ bello sapere che noi del CircoloVizioso non siamo gli unici a pensarla così, è bello sapere che, come ha detto quasimamma, la felicità è contagiosa, e che si fa a gara per essere felici e per donare un po’ della nostra felicità agli altri. 

In fondo è per questo che è nato il nostro candy ed è per questo che vorrei non finisse mai, questa raccolta di felicità, e che non si debba un giorno decretare un vincitore; perché forse è un po’ come dire: “ok, ora basta coi momenti di felicità”
E invece no: la ricerca dei motivi per essere felici non deve mai smettere, perché per riuscire a contagiare il mondo, per veder sorridere chi apparentemente avrebbe pochi motivi per farlo, bisogna non demordere mai!

Riguardo a “Regalare Felicità, il primo candy del CircoloVizioso”
I giochi si chiudono stasera, nel fine settimana - come previsto - il CircoloVizioso al gran completo, scampato ai raffreddori causati dal maltempo, si riunirà in seduta comune sul sofà verdesalvia e, calice di rosso da meditazione alla mano, proclamerà un vincitore!
Uno solo, uno simbolico, perché è evidente che la vittoria è di tutti e per tutti: questo semplice esercizio di felicità che abbiamo fatto insieme fa bene all’anima, fa scoprire che basta fermarsi a pensare un momento e i motivi per cui essere felice si trovano, altroché!!!

Quindi ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, ci inventeremo nuovi modi per ricordare a tutti che ci sono milioni di motivi per essere felici: intanto tutti i contributi di questo candy saranno conservati nella nostra scatola dell’antidolorificomagnifico, di cui già sapete (e nella quale potete andare a sbirciare in ogni momento, quando ne sentite la necessità!) poi ci sono già altre sorprese nella pentola della felicità, e altre idee stanno sobbollendo e vedranno la luce prestissimo!

Ancora tante grazie e... tanta felicità a tutti!

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...