mercoledì 23 giugno 2010

“Tempo libero”, questo sconosciuto... ;-))




Perdonate quest’assenza prolungata, ma son davvero tempi duri.
FELICI, sì, perché ci sono tanti impegni da portare a termine, e la vita impegnata è certamente più divertente e stimolante del triste far niente.
Ma sicuramente questo porta a non poter dare tempo a quelle cose che di solito si fanno nel tempo libero, come aggiornare le blog-amiche
  • su quello che sta accadendo nella tua vita, familiare e lavorativa, 
  • su quello che - nottetempo e PM permettendo - stai cercando di completare, ritagliando e decorando (e per chi non l’avesse capito, si tratta del pensierino dedicato a tutte le amiche che hanno partecipato al Candy della Felicità), 
  • sui libri che stai cercando di leggere (e più che altro su tutti quelli che hai comprato in giro per banchetti, librerie e pagine web!),
  • sui PIF che sono finiti ma che ancora non hai spedito, per troppa pignoleria (e il bigliettino qui e la bustina lì...)
  • sulle tante idee che sfarfallano nella tua mente e sulle poche, pochissime, alla volta che riesci a mettere in pratica
  • sui contatti e sulle sorprese che stiamo preparando per il prossimo futuro...



Ma la voce grossa in tutta questa vicenda la sta facendo il lavoro, care mie.

E in questo periodo - che di lavoro c’è parecchia carenza - bisogna stare zitti ed essere felici. 
E felici lo siamo, perché c’era bisogno di crescere e di proseguire, perché, ad un certo punto della vita, tutto di te - la tua anima, la tua essenza, il tuo spirito, il tuo corpo - richiede di fare un salto: non di fare un passo avanti, non di salire un gradino, ma di fare un vero e proprio salto, di provare le tue qualità di slancio e di meditare sulle capacità di atterraggio in piedi. Perché un conto è lavorare per gli altri, altra storia è interloquire unicamente col tuo cliente, senza intermediari e senza scuse. E parlare con lui di quello che vuole, suggerirgli modi e soluzioni. E pensarle anche la notte, per migliorare il tuo lavoro e per rendere il migliore servizio possibile al prossimo. Perché in fondo è questo l’obiettivo che deve avere il lavoro: servire agli altri.
E’ ancora presto per fare bilanci, ma polepole è come sempre molto ottimista. Certo che siamo partite all’improvviso, senza tempi di preparazione, senza avvisaglie, così, dal niente a due telefonate. E il salto è fatto. 

E’ da qui che viene il titolo di questo post.
Perchè oggi polepole è in fase “il vizio di riflettere”, e sta cercando di capire dove andrà a finire il suo tempo libero, quello davvero passato a non far niente.
Che però è quel ‘dolce far niente’ che ti rigenera lo spirito e la mente e che ti serve per riuscire a superare i periodi critici, per aggrapparti al sogno dell’amaca e del bicchiere con la cannuccia quando ti trovi sotto pressione, col mondo che pretende tutto e subito e solo da te...
Il “dolce far niente” è uno di quei vizi di cui polepole non potrebbe proprio fare a meno. Anche se i genitori a suo tempo e ora il papino, hanno avuto sempre da ridire su questa sua passione: passare del tempo a guardare per aria, a contemplare le foglie tremolanti o la pioggia che cade, passare del tempo senza concludere assolutamente niente dal punto di vista materiale ma meditando senza posa, passare del tempo sfogliando pagine di riviste che non leggerei mai, guardando solo le figure e fantasticando su storie improbabili. Spesso questo tempo - apparentemente perso - è per gli artisti grande fonte di ispirazione. Alcuni educatori dicono persino che anche per i bambini è fondamentale avere del tempo passato ad ‘annoiarsi’... per polepole è semplicemente tempo prezioso, passato a prendersi cura della propria anima, dedicando attenzione a quei pensieri a cui non può dedicare tempo materiale e che sono costretti a starsene lì ad aspettare, finché non arriva il momento del ‘dolce far niente’. Ed è in questi momenti che arrivano le idee migliori, gli spunti, le soluzioni e la carica e l’entusiasmo. Quindi, come potrei farne a meno???

E a voi com’è che piace passare il tempo libero? siete anche voi di quelli che non possono stare fermi con le mani in mano e riempiono ogni momento di
cosedafareamicidavedereattivitàdasvolgeresportdapraticare? e, di grazia, come fate? ;-))



sabato 19 giugno 2010

Oggi vorrei proprio essere qui




Ditemi voi se questa vista non è fantastica
se non è meraviglioso questo mare
se non sono splendidi i fiori che lo incorniciano
se tutto in quest’immagine non vi fa pensare a quanto sia bello vivere, essere felici e sapersi accontentare di quello che c’è a disposizione!

lunedì 14 giugno 2010

A caccia di felicità con album scrap - foto Sost.2


E’ inutile... come mi diceva qualcuno (cara la mia Verde Salvietta ;-))) la foto del bicchiere di vino in compagnia... o viene col bicchiere troppo vuoto o viene troppo mossa per essere una foto pubblicabile! ;-))

E allora intanto postiamo una foto-sostituta, che parla di felicità nel ciapinare piccole cose... che siano colorate, che siano fatte con poco e che diano la possibilità di inventare ogni giorno una storia nuova. 
E così nel bosco-cameretta della Piccola Meraviglia, può accadere che una mega-coccinella possa fare amicizia con un mini-gufo appollaiato su un Albero Sorridente e che quell’amicizia cresca ogni giorno di più e si arricchisca, e che arrivino nuovi amici a far loro compagnia: 
- l’ape che svolazza (e ancora non si vede il suo volo, perché polepole non ha ancora finito di usare i pennarelli...!), 
- la chiocciola e la tartaruga che camminano lente tra i fili d’erba ed i fiori colorati (e qui qualcuno - ma solo quel qualcuno! - potrà cogliere riferimenti alla vita dell’artista...!!!)
- la ranocchia che saltella sotto il sole splendente
- il gattino rosso acquattato sotto l’albero, in attesa del momento buono per saltare (ma noi troveremo il modo per distrarlo ed evitare che faccia del male al gufo, statene certi! Come quella volta che un gattino bianco e nero di peluche andò a trovare il gattino rosso e gli raccontò delle storie e giocò con lui, finché non venne notte e il gattino rosso e quello bianco e nero di peluche si addormentarono insieme, sdraiati sotto l’albero... e anche la Piccola Meraviglia si addormentò con loro!)

Ancora il microcosmo per la Piccola Meraviglia non è terminato: 
deve essere completato il comodino, dove stazionano gli animali della vecchia fattoria (e voglio vedere se qualcuno mi riesce a trovare un bel contadino col forcone da attaccare, che l’ho cercato ovunque ma non ne trovo nemmeno uno carino!),
mancano ancora alcune parti delle pareti, dove stiamo pensando come sistemare lo scenario per metter sù un teatrino... e poi polepole in fase creativ-hackereggiante e Ikea-dipendente ha altre idee da mettere su carta. E sulla parete. E sui mobili. E sulle porte. E... sshhht! il maritino potrebbe sentirmi... ;-))

venerdì 4 giugno 2010

Oggi vorrei proprio essere qui




COME IN UNA CORNICE
Un pezzetto di mare da portare via con me.
Per ricordarmi che è sempre possibile staccare la spina, anche per poco, e godersi la vita.

martedì 1 giugno 2010

Un omaggio alla mi’ Viareggio!


Alla mi’ Viareggio, in tutto il suo splendore dei primi accenni d’estate
Ai viareggini, gente a parte, come tutte le genti di mare
Ai bagnini che si affannano a star dietro a bagnanti irresponsabili
Alle pause-pranzo rubate al lavoro, con l’asciugamano dietro al motorino, le infradito ai piedi, il panino e la bottiglietta d’acqua nella borsa frigo
Al mare (anche se non è proprio cristallino...)
Ai bagni della Darsena, dove le famiglie ‘prenotano’ il tavolo del pranzo accatastandoci sopra vettovaglie che sembrano destinate a interi reggimenti affamati
All’Estate 2010, che spero ci porti taaaaanto sole, taaaaanto caldo, taaaaaanto riposo!

Alla (anche mia) Viareggio, che mi regalerà ricordi incredibili, ancora una volta...

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...