venerdì 28 gennaio 2011

Il Gioco dei Vizi - L'ACCIDIA

Presi come siamo dalla Furia Pulitrice, sembravamo essercene scordati, ma mica abbiamo smesso di parlare di vizi, noi... ;)


Ed eccoci all'accidia, al 'non fare', a quel caratteristico stato di torpore e di inerzia condannato da tutti quanti.

"L'ozio è il padre dei vizi", si dice. 


E magari è anche vero.
Però a noi del CircoloVizioso l'ozio piace, e ci sembra anche profondamente utile, se praticato nella giusta condizione d'animo. Certo, non deve essere accompagnato a tristezza e depressione, non ci deve portare ad essere più vegetale che animale: deve essere un ozio attivo, il nostro. 
Positivo.
Da qualche parte ho trovato questa frase, di Marcel Achard, commediografo francese: 
La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare: è aver qualcosa da fare, e non farla!
Be', mi sembra che spieghi perfettamente il gusto ed il piacere che si possono provare in certe particolari circostanze... ;)


In tutti i casi, per chi abbia qualche dubbio in merito, per chi abbia voglia di giocare con noi, è così che noi pratichiamo il nostro Ozio:


il nostro Ozio è quello dei momenti passati a guardare le nuvole e le loro forme;
il nostro Ozio profuma di serenità e di prati fioriti;
il nostro Ozio parla di sogni raccontati a voce alta;
il nostro Ozio tocca la lana e la seta, il ghiaccio a cubetti e il pelo di un gatto;
il nostro Ozio assaggia torte di mele e the alla cannella.


Il nostro Ozio è quel momento passato a risvegliare tutti i sensi, per ripartire con gioia!

8 commenti:

  1. Mentre il mio è un oziare meramente fisico, il corpo avvolto un un caldo viluppo di piumini, la mente che compie ardite picchiate e voli radenti.
    Poi, all'improvviso, è l'ora di pranzo. I letti ancora da fare, il pranzo un'ipotesi, ed un'altra mattina è andata.
    Amo ed odio il mio oziare.

    RispondiElimina
  2. con il corpo è buono oziare, ci si rigenera, intanto la mente vola dove non c'è spazio ne tempo, oziare sdraiati sulla fresca erba guardando i voli degl'uccellini, peccato che qualche insetto ti punge e ritorni alla realtà. Ma sono sicura che quando raggiungerò i grandi prati di Manitù oziare sdraiata sull'erba nessuno mi disturberà e nulla avranno da ridire Gio

    RispondiElimina
  3. Condivido pienamente questi momenti di ozio! Smuack

    (pS: ah... la Salvia c'è... iniziavo a preoccuparmi... ;-D )

    RispondiElimina
  4. Mannaggia... Sono un'iper-attiva, riesco ad oziare solo se gravemente malata (ma non è detto!). E' grave, vero?
    Ma mi curero', prometto che mi curero': seguirò un corso accellerato on-line messo in rete da una certa tipa di un certo poggio di nostra conoscenza... ih-ih-ih....

    RispondiElimina
  5. Io purtroppo ozio poco, non ne ho mai il tempo, beh se si può considerare un ozio, leggo spesso e volentieri anche se magari avrei da stirare o da pulire...L'ozio della torta di mele e del thè beh ogni tanto ci scappa. Angela

    RispondiElimina
  6. Guarda, dopo 10 giorni con muratori, falegname e tecnici a casa e dopo aver passato due giorni a grattare via la vernice dalle camere e a spazzare e lavare dovunque, compresa la cantinola, per quanto mi riguarda l'ozio è il padre di ogni virtù!!! Sono così stanca che domani: VOGLIO MORIRE DI ACCIDIA SUL DIVANO A GUARDARE COSE INUTILI IN TV!!! :D :D :D

    RispondiElimina
  7. eheh, che dirvi... risponderei ad Angela: il bello è stare due minuti ad oziare sapendo di dover fare qualcosa. Non serve poi tanto tempo per farlo: a volte basta anche un singolo attimo, un pensiero, uno sguardo volato fuori dalla finestra.
    Se si dovesse trovare il tempo anche di oziare sul serio... be', non sarebbe più così divertente, no? :)

    Siamo o non siamo le "donne attive" del nuovo millennio?

    Buon Ozio a tutte! Date retta a me: regalatevelo UN singolo minuto di PURO OZIO, ogni giorno! ;)

    RispondiElimina
  8. Oziare è un'arte che un pochino mi appartiene se la associo alle mie inclinazioni creative...poi però penso al vero ozio a quello del godere di momenti intimi con se stessi...momenti dediti ad una buona lettura, ad un pomeriggio a prendere il sole ascoltando magari della musica...o semplicemente ad ipnotizzarmi davanti alle fiamme del camino!
    Sì deve esser concepito come un dono che si fa a se stessi per ricaricarsi
    Un bacione
    Carmen

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...