mercoledì 30 marzo 2011

E tanti auguri al maritino più meraviglioso dell'universo!



Quello che mi sopporta, sempre e comunque
Quello che sa sempre come rispondere per farmi reagire nel modo giusto
Quello che è più bravo di me nelle cose di casa (ma mooooooolto di più!)
Quello che "tanto finisce che vinci sempre tu"
Quello che è un padre stupendo
Quello che averne come te, il mondo sarebbe migliore
Quello che... ma quanto ti amo, io? 


[NB: non è che mi sto arrufianando, eh! ;)]

lunedì 28 marzo 2011

Marzo: a piccoli passi...

[E già si capisce dal fatto che questo post lo pubblico quando marzo è quasi finito...]

Riflessioni, momenti di vita che danno da pensare, accadimenti che sconvolgono la mente e ti lasciano con la unica e sola consapevolezza che la vita che ci è stata donata non possiamo buttarla via.

Quando devi ricominciare tutto da capo, quando la vita ti ha dato una sonora mazzata tra capo e collo, quando tutto ti fa credere che l'unica soluzione stia nell'abbandonarsi, l'unica cosa da fare veramente è riprendersi, a piccoli passi, la propria vita.
Tornare, a piccoli passi, a sorridere.

Quando credi fermamente in ciò che fai, quando le persone che ti conoscono  chiedono la tua opinione, quando sei convinta che quella che hai in mente sia la soluzione giusta per te, l'unica cosa veramente da fare è mettere in atto, a piccoli passi, la propria rivincita.
Vincere, a piccoli passi, su chi voleva tarparti le ali.

Quando senti forte il bisogno di liberarti, quando i rami secchi e le sterpaglie ingombrano davvero il tuo cammino, quando riesci a vedere - materialmente - l'entusiasmo di cui sei capace, l'unica cosa veramente da fare è tornare, a piccoli passi, verso te stesso.
Percorrere, a piccoli passi, la strada che ti appartiene.


[Dedicato a CHI ne ha bisogno. E magari ancora non lo sa]

giovedì 24 marzo 2011

La Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura

Coffee Book Session - Stock Photo by ugaldew

Attenzione attenzione!
Questo post è stato scritto per tutti quelli che amano leggere.
Ma anche per chi non ama farlo.
Perché c'è sempre un momento per cominciare ad appassionarsi alla lettura.
Perché ci sono tanti motivi per farlo
Perché spesso leggere un libro o un racconto o una favola o una poesia può aiutarci a vedere le cose in modo diverso dal solito.
Da un'altra prospettiva.

Oggi 24 marzo è la Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura. E a quanto pare lo sapevano in pochi. Proprio pochini pochini. E non ho ancora letto notizie al riguardo e non l'ho ancora sentito dire alla radio... e questo un po' mi fa preoccupare e magari (me lo auguro) fa preoccupare non solo me, che sono una semplicissima appassionata di libri e di lettura, non certo una 'responsabile della cultura nazionale'...

La mia opinione al riguardo, oggi, ve la voglio dire: da poco più di un anno, lo sapete, abbiamo iniziato la nostra avventura con Zebuk. Siamo un gruppetto di normalissime ragazze, che condividono una grande passione per i libri. Siamo uno staff di volontarie, che non guadagnano niente da questa avventura se non lo scambio di opinioni, la condivisione di un entusiasmo infinito per i libri, di qualsiasi tipo essi siano, la soddisfazione del confronto con chi ha la nostra stessa passione.
Noi, però, nel nostro piccolo, stiamo dando il nostro piccolissimo contributo alla promozione della lettura. Nel nostro piccolo, è evidente, abbiamo grandi idee e ci divertiamo a studiare nuove proposte da sviluppare col nostro pubblico, ogni giorno. Nel nostro piccolo stiamo lavorando a qualcosa di nuovo da organizzare per promuovere la lettura, per far capire cosa si possa provare leggendo una storia che magari non ci aspettavamo...

Noi nel nostro piccolo lo stiamo facendo, questo sforzo. Che per noi non è certo uno sforzo, anzi!
Chi dovrebbe farlo per 'dovere', invece... latita un po', a quanto pare

Ma questo post non vuole essere un post polemico. Nossignore. Per niente. Assolutamente no. :)

Piuttosto, sarebbe carino andare insieme alla ricerca di qualsiasi iniziativa tratti la promozione della lettura, qualsiasi tipo di iniziativa organizzata in giro per l'Italia, o sul web.
Da parte mia mi impegnerò a darvi notizie delle iniziative che riesco a trovare in giro e ne farò un elenco qui di seguito.

Le Iniziative di Promozione della Lettura - una raccolta -


1- La prima iniziativa che vi indico è quella di Silbietta, mia collega dello staff di Zebuk, complice di tante 'idee malsane' e compagna di letture:


per festeggiare la Lettura (sua preferita in questo periodo la letteratura dialettale) Silbi indice il Primo Giveaway dell'Interno 105, mettendo in palio Il campo del vasaio, di Andrea Camilleri. Partecipate numerosi!


2- Vi va un book candy?




La mia cara Antonella festeggia due anni di blog e lo fa con tutti noi, mettendo in palio un libro! Il titolo del libro possiamo sceglierlo noi, oppure... chiediamole che sia una sorpresa: a volte sono i libri a cercarci al momento giusto!


3- A Lecco, dal 19 al 27 marzo 2011, c'è Leggermente, una manifestazione organizzata dalla Confcommercio e dedicata alla lettura, con incontri con gli autori, laboratori, corsi formativi. Qui il sito e tutti gli appuntamenti. E grazie a Ely per avercene dato notizia!


4- Leggere Leggere Leggere!




Il 25 marzo 2011 saremo di nuovo tutti in giro a regalare un libro ad uno sconosciuto! E' la seconda puntata di Leggere, Leggere, Leggere: l'idea rivoluzionaria di Alberto che l'anno scorso si rivelò un gran successo. Vedremo quest'anno come andranno le cose... io ci sarò, anche quest'anno! Qui il link dell'iniziativa


5- Regalami un libro - 1° swap libresco di Zebuk



E non avremmo potuto fare a meno di regalarci un'iniziativa anche noi di Zebuk! Un modo per mantenere i contatti, per parlare un po' di noi, per fare in modo che leggere diventi un modo per scambiarsi opinioni e sensazioni... :)

***
... E voi, sì, proprio voi! mi aiutate in questa ricerca di 'sforzi' per promuovere la lettura? Se avete notizie di qualche nuova idea, se la vostra biblioteca organizza incontri di lettura o prestiti 'particolari', se avete trovato qualche link interessante che parla di libri e di lettura... postatelo qui e Diamo Una Mano alla Lettura, tutti insieme!

Se poi siete appassionati come noi di libri e letture, fate un salto su Zebuk, venite a trovarci sul Forum e partecipate alle discussioni oppure proponeteci la vostra lettura preferita!

lunedì 21 marzo 2011

Un mese!

A volte (spesso) mi soffermo su quanto la vita si sforzi di darci occasioni per essere felici. Magari noi non ce ne accorgiamo nemmeno e le occasioni passano, come treni persi, e chissà quando ritorneranno...

Ma questo post vuole essere una celebrazione della vita, non certo una chiacchierata nostalgica sulle occasioni mancate!

Il 21 febbraio 2011 è nato uno splendido bimbo,

che sarà la gioia di mamma e papà (soprattutto perché si è già rivelato un gran dormiglione!) e il divertimento garantito per Piccola Meraviglia e Piccola Peste, che stanno già organizzandosi alla loro maniera... ;)

Gli AmiciDiSempre son diventati di nuovo genitori, per la seconda volta, e noi siamo strafelicissimi di aver seguito ogni piccolo passo verso questa nuova felicità, verso questa nuova piccola vita che stava arrivando!
Sarà bellissima questa primavera, con un piccolino in più da seguire, con gite e viaggi da organizzare pensando anche a lui, con gli AmiciDiSempre presi (e persi!) di nuovo tra pannolini e pappe... ci divertiremo, di sicuro!!!

E allora Benvenuto Piccolo!
Benvenuto su questa incredibile e meravigliosa Terra!


E tanti auguri per il tuo primo mese di VITA!


***

giovedì 17 marzo 2011

Sono felice così come sono!

Questo post di Daniela de Il coltello di banjas mi ha fatto riflettere. 
Molto.
E questo è già un bel passo avanti.
[attenzione: post lungolungolungo...]

Dopo aver passato uno splendido fine settimana, pieno zeppo di affetto e di contatti umani (e poi parleremo anche di questo... :)), ho letto le parole di Daniela, sempre così semplici e sincere, e ho ripensato a quello che mi è accaduto qualche settimana fa.

Mi è capitato - il tutto concentrato in una sola settimana e in modo assolutamente casuale - di incontrare vecchi compagni di università, colleghi di lavoro di vecchia data, compagni di scuola delle medie, addirittura. E poi ho partecipato ad una bellissima e divertentissima Cena dei Ricordi, con i ragazzi della prima superiore, quasi tutti dispersi perché a giugno la classe fu letteralmente dimezzata!

Sono personalmente convinta che le cose accadano solo per caso, che non ci sia un disegno nascosto dietro a tutto ciò che accade ogni giorno nella nostra vita. Ma credo anche che dobbiamo essere NOI a leggere tra le righe, a cogliere i significati, ad apprezzare ed utilizzare quello che ci capita e gli spunti di riflessione che ne vengono.


E i fatti e gli incontri di quella settimana mi hanno fatto riflettere su quanto davvero io sia felice così come sono. Con tutti i miei tanti difetti. E anche coi miei piccoli pregi (che qualcuno ce ne ho, suvvia!)
Nonostante io debba (come la maggior parte delle persone che conosco) lottare con le bollette e discutere ogni giorno per quello che faccio e per come lo faccio, nonostante i piccoli inciampi nel percorso, nonostante le paure e i timori, nonostante quella sensazione che ogni tanto mi prende...
Le persone che ho rivisto in questi giorni hanno avuto una vita diversa dalla mia, alcuni di loro, laureati a pieni voti e in tempi 'quasi normali', si sono poi duramente scontrati con la verità di una università che non ti insegna a lavorare. E sono scontenti di quello che fanno ora, perché hanno dovuto virare e modificare le loro grandi ambizioni e si sono dovuti accontentare di 'un lavoretto' che non era il loro sogno. E si arrovellano il cervello, pensando solo a questo e non ad altro.
Altri, avventurosi pionieri, stanno viaggiando in lungo e in largo per l'Italia, alle prese con idee brillanti già realizzate e da realizzare ma... non hanno altro che quello. E l'hanno realizzato solo ora.
Alcuni poi si lamentano che non guadagnano abbastanza per quanto lavorano (e non hanno mica torto...)
Altri ancora lavorano, hanno figli, consorte, casa, sì, ma...


Il comun denominatore di tutti quanti, insomma, sembra essere la lamentela. Il non essere soddisfatti di quello che hanno perché vorrebbero di più. O di meno. O perché vorrebbero qualcosa di diverso da quello che hanno.


E va bene, se uno vuole lo trova sempre un motivo buono per lamentarsi.
Se uno vuole.


Io ho quello che ho e certo non è tantissimo, a livello materiale.
Nonostante questo non cambierei una virgola di tutte le scelte che ho fatto finora. E sono orgogliosa di essere felice così come sono.
Ho fatto errori che rifarei pari pari, perché da quegli errori ho imparato ad evitare di rifarne. Ho allungato certi tempi e ne ho affrettati altri. Ho fatto ogni volta quello che sentivo fosse il meglio in quel momento per me e per chi mi stava intorno. Certo, mi adoprerò per migliorare, per ridurre i miei difetti, per valorizzare i miei pregi. E sbaglierò ancora, ne sono certa, perché è normale che sia così. Ma lo farò sempre nella certezza di essere nel giusto. In buona, buonissima fede.
Perché quello che ho è frutto di quello che sono riuscita ad ottenere con la mia forza e col mio lavoro.
Quello che ho non lo misuro (e non l'ho mai misurato) in denaro o in titoli. 
Quello che ho lo vedo guardandomi allo specchio ogni mattina, osservando dal di fuori la mia casetta, le piccole cose e il grande amore che accoglie. 
Quello che ho sono i capelli che si tingono d'argento, la certezza che ogni bacio dato alle persone che amo è dato come fosse l'unico che posso dar loro, la voglia di mettermi in discussione ogni volta che c'è un problema.


E se lo scrivo, qui, ora, non è ovvietà, non è luogo comune. 
E' il sincero e sereno pensiero di chi si accorge di quanta felicità abbiamo a disposizione, solo a volerla vedere.

lunedì 14 marzo 2011

Oggi vorrei proprio essere qui


Lunghe camminate
acqua fresca ad accompagnarti
Sole che ti accarezza la pelle
vento nei capelli
E' ora di tornare indietro
ma devo proprio?

lunedì 7 marzo 2011

Il riepilogo del PIF!



Ma dove l'ho trovato un titolo così??? Comunque: facendo il riepilogo della situazione, hanno aderito al PIF della rivincita...
  1. Gio, che pubblicato il suo PIF qui
  2. Daniela, che ha pubblicato il suo PIF qui
  3. Ele, che ha pubblicato il suo PIF qui
Dunque ho raggiunto il mio obiettivo, ne sono davvero felice, e questa volta le cose andranno diversamente... Ma andiamo con ordine: per convincervi che stavolta faccio le cose sul serio...


E' solo un pessettino... :))

Ecco che vi mostro un accenno a quello che la mente di polepole sta cogitando per La Rivincita del PIF ... siamo già all'opera, qui al CircoloVizioso, perché ci sono delle scadenze da rispettare e dei PIF da recuperare (in tutti i sensi...!)
Quindi PIFFERINE VECCHIE E PIFFERINE NUOVE, state in allerta, che ci sarà da ridere!!!


Chiaramente rispetterò l'ordine del PIF, quindi procederò dal più vecchio per arrivare al più nuovo, ma questa immagine-suggerimento vuol dire qualcosa sulle intenzioni di polepole... ;))

giovedì 3 marzo 2011

Il Gioco dei Vizi - L'album dei Vizi

Eccoci arrivati alla seconda fase del Gioco dei Vizi!


I post sono stati scritti, i racconti ce li siamo letti (e chi non lo ha fatto potrà farlo da oggi fino al 31 marzo visitando i link qui sotto), abbiamo riso e meditato, riconoscendo a volte noi stessi nelle storie degli altri.
Ora è giunto il momento di scegliere quale tra tutti i vizi pubblicati ci piace di più, quale sia il nostro preferito, quale ci abbia fatto sorridere o meditare o sognare...


Quello che segue è dunque il nostro Album dei Vizi. Approfittatene, leggetevi i post collegati, dedicatevi 5 minuti di puro, piacevole Ozio, lasciatevi sedurre dalla Gola o dalla Lussuria, a vostro piacere; qui si parla di vizi gratuiti, ragazze/i, che non ci regaleranno nemmeno un etto in più, che non ci faranno sentire in colpa, ma che ci permetteranno per un momento di staccare la spina e goderci la vita ed i suoi innumerevoli lati positivi! 

- l'album dei vizi -


  1. Micaela ci propone Una chiacchierata con mia sorella
  2. Tatti ci racconta Il vizio di volersi bene
  3. Vale ci parla di Maglia e Punto Croce (nei commenti, qui)
  4. Alchemilla ha il Vizio della Ricerca della Felicità (ne ha parlato qui)
  5. Gio ci anticipa un Vizio di navigar tra i blog e ci promette che ci penserà su... ma in realtà il suo vizio è avere un po' di tutti i vizi!
  6. Cia ci racconta il suo divertente Puzzle-Vizio!
  7. Luisa ci sorprende col suo Vizio dell' "Oooohh!"
  8. Ni' ci accompagna a visitare la Città degli Angeli
  9. Carmen ci racconta il suo Vizio della Comunicazione
  10. MammaMoglieDonna ci fa rilassare e divertire col suo Vizio... al cinema!
  11. Supermamma ci racconta di Una Coccola alle Terme
  12. DaniVerdeSalvia si accoccola nel suo Vizio della Pigrizia
  13. Giuliedda Tostoina si vizia con i Muffins
  14. Stefania Manifattive ci stupisce col suo Vizio del Sogno
Ecco, ora, siccome mi conosco troppo bene per non essere abbastanza convinta di aver dimenticato qualcuno... ditemi voi... quanti vizi mi sono dimenticata? Conoscendomi, e conoscendo lo stato di 'disordine materiale' (e anche un po' mentale!) in cui di solito navigo... magari qualcuno l'ho lasciato nel cassetto! :)) ... se ho dimenticato davvero qualcuno fatemelo sapere che provvedo ad aggiustare le cose! ;)

Tornando a noi: e sì che tutta questa storia dei vizi è nata per caso, mentre attendevamo il nostro turno per una revisione col prof in facoltà... anche quel giorno si parlava di vizi, di quelli che avevamo e di quelli che avremmo (e non avremmo) voluto avere.
Quel giorno polepole decise che avrebbe tenuto un blog e che - forse per trovare il modo di uscire dal suo 'circolovizioso del vizio' - avrebbe raccontato i suoi vizi a chiunque avesse voluto ascoltarla. Per diventare 'virtuosa' anziché 'viziosa'.
E invece poi quel circolovizioso è diventato un CircoloVizioso in piena regola, con tanto di soci, affiliati, mascotte e... vizi da condividere!
Alla fine in questo CircoloVizioso ci siamo trovati tanto bene che non smetteremo mai di viziarci, il giusto necessario, il concepibile, quel po' che serve ad essere più sereni ed in pace col mondo intero. E con la vita di tutti i giorni, che ci mette a dura, durissima prova, a volte.
Abbiamo trovato nuovi amici, persone che vogliono condividere guai e gioie in quantità. Abbiamo trovato nuove fonti di ispirazione e forse anche quella parola che ci ha permesso di cambiare vita. E mentalità. Soprattutto.

Ma basta con i discorsi sentimentali e strappalacrime: questa è una festa! :)
E a questo punto resta solo da parlare del premio. Che chiaramente sarà... vizioso, avevate dei dubbi? Però non vi sveleremo di cosa si tratta, se non dopo che il premio sarà giunto nelle mani della vincitrice. Per ora vi diremo solo che... sarà un po' come un Riassunto del Vizio...!


VOTATE, ORA! DATE LA VOSTRA SPASSIONATA PREFERENZA AD UN VIZIO OPPURE ALL'ALTRO... e chissà che l'entusiasmo vizioso di polepole non riservi un premio anche a voi!

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...