giovedì 12 gennaio 2012

Vecchi tempi... La tartaruga

Un post che parla di Vecchi Tempi...


Inauguriamo finalmente la sezione Vecchi tempi con questa canzone di Bruno Lauzi: qualcuno di voi la ricorda? (ditemi di sì ditemi di sì ditemi di sì... :) non fatemi sentire la più vecchia...)
Quanti di voi che stanno leggendo hanno bene o male la mia età?

"[...] la tartaruga
un tempo fu
un animale che correva a testa in giù
come un siluro filava via
che mi sembrava un treno sulla ferrovia
ma avvenne un incidente
un muro la fermò
si ruppe qualche dente
e allora rallentò
la tartaruga
d'allora in poi
lascia che a correre pensiamo solo noi
perché quel giorno poco più in là
andando piano lei trovò
la felicità
un bosco di carote
un mare di gelato
che lei correndo troppo non aveva mai notato
e un biondo tartarugo corazzato che ha sposato un mese fa! [...]" *
[E ditemi che non ha fatto bene!]
Questa canzone era una delle mie preferite quando ero piccola, lo avevo già accennato quiAddirittura, fu il mio desiderio assoluto per un lontano Natale: bambina, la mattina del 25 dicembre mi svegliai presto presto e andai a sbirciare... e lì, sotto il mio alberino, vero e profumato di resina, pieno di fili d'angelo argentati e palline multicolori sbrilluccicanti anni '70, c'era un pacchettino quadrato, spesso poco più di 2 mm... 
... Era lui, sì!!! il mio 45 giri! che gioia quel Natale! :D

Da quel giorno l'avrò ascoltato milioni di volte, ma ancora resiste, sul piatto del giradischi del supernonno, con i suoi amati fruscii e la voce roca di Lauzi, a disposizione della PM con l'animo leggermente vintage (della serie: "mamma, questo è di quanno eri piccola piccola piccola...?")

In qualche modo la bella tartaruga è un po' l'antecedente della polepole attuale, direi, che già da allora se la prendeva piuttosto con calma...

Il senso sta tutto lì, in quelle frasi in grassetto: quante volte, correndo troppo, non abbiamo notato quella felicità che stava lì, pronta ad essere colta, così vicina ma così lontana per chi non la poteva vedere?
E allora, lasciamo che a correre siano gli altri. 
Rallentiamo, quando è il momento, diamoci tempo e spazio. 
E magari anche noi troveremo
il nostro bosco di carote
il nostro mare di gelato... 
e chissà, forse anche il nostro personale biondo tartarugo! ;) (io l'ho trovato parecchio moro ma fa lo stesso... vero maritino mio??? :D)

p.s.: dedico questo post a una persona importantissima per me, lei sa "il perché e il percome": spero che casualmente passi di qui (magari le faccio un fischio, che ultimamente è un po' sparita... ;)) e che magari commenti anche... ;)

* Il testo l'ho ritrovato su Filastrocche.it

11 commenti:

  1. Io sono completamente d'accordo con te!
    Post pre natalizio non mente :-))))

    No vai tranquilla che se la ricordano in tanti! Ma non siam mica befane eh!, abbiamo ricordi pre annio 8o, tutto qui.... =_=

    Baci!!

    RispondiElimina
  2. Me la ricordo eccome!!! Ce l'avevo nella stessa cassetta di quella che fa "ma se mi gira la ciribiricoccola..."!!!!! Bella la rubrica nostalgica, mi piace! Partecipero' con qualche segnalazione. Baci.

    RispondiElimina
  3. Te l'ho mai detto che ti voglio bene?

    Ho smesso di correre, soprattutto mentalmente, molto tempo fa....ora, diciamo che, più semplicemente, "ci sto andando piano"...che certe cose, per farle bene, vanno fatte con calma.
    E tanto sangue freddo.
    (è che il mio è parecchio caldo.....)

    ^_^ Ciao panciona, baci ai grandi, ai piccoli e ai piccolissimi.

    RispondiElimina
  4. Bella la canzone della tartarughina! Io me la ricordo ma prometto che la ripasso!!!

    RispondiElimina
  5. Ma certo che me la ricordo! Ma non dire più che sei vecchiotta, cara Pole, altrimenti buona parte delle tue sostenitrici si butta dal balcone... Io per prima!

    RispondiElimina
  6. Me la ricordo anche io nonostante sia fondamentalmente una ragazzina....(....)
    Io sono ancora la tartaruga che corre, purtroppo, un po' per le circostanze un po' per indole, ma so che rallentare non mi farebbe male....
    p.s. avevo quasi finito il post per la tua rubrica, ma i disastri di ieri mi hanno sderenato...prometto che la prox settimana sarò puntuale...

    RispondiElimina
  7. Anch'io ho il 45 giri!
    Solo che non mi ricordo cosa c'era sul'altro lato... forse perchè ascoltavo solo quello?

    RispondiElimina
  8. @ Elena: hihi... dai, noi vecchiette ci vogliamo bene, no? ;)
    @ LadeaKalì: tranquilla, tranquilla. Lo sai cosa vuol dire "polepole"?
    @ D-chan: direttamente dal retro del 45 giri: Al pranzo di gala di Babbo Natale. Anzi, mo' me la vado a riascoltare, va'!!! :D

    RispondiElimina
  9. Uhhhhh...
    Io non lo so quanti hanni hai tu, ma io mica me la ricordo... :S
    ...Ma adesso la cerco, e me la ascolto! ;)
    Buona domenica! :)

    RispondiElimina
  10. la adoro
    ma quanto è bella questa canzone? :)
    la cantavo sempre a lety quando ero piccina picciò e faceva bene al cuore..sempre
    bacio teso
    Antonella

    RispondiElimina
  11. E certo che si!!!! Ora sono andata a cercarla su you tube...che tuffo nei ricordi....grazie!
    Era tanto che non passavo da te....ahiiahi....e solo te riesci a portarmi così indietro (e si che ne occorre di tempo) senza il sapore nostalgico-triste ma allegro...e ricordo che era il periodo di "sei forte papà" io ero pazza per quella canzone, avrei voluto uno zoo anche io in casa ;D
    Grazie Poluchina!!
    Un bacione

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...