martedì 17 gennaio 2012

Writing Tuesday: Fango


Appuntamento col Writing Tuesday
da un'idea di silbietta



Sei stato capace di gettare solo fango
volevi farmi sprofondare
sempre più giù, in fondo a questa fossa


Sembrava un luogo dorato
fantastico
il sogno di chi, come me, credeva in quello che faceva


ma tu
hai creato tutte le condizioni possibili
per mettere uno contro l'altro


hai sparato
hai sparlato
hai aggredito


con le parole 
coi gesti
col pensiero


ma quelle parole, quelle urla
quegli occhi infuocati
quelle minacce nei fatti


tutto il male
di cui sei stato capace
tutta la cattiveria


TUTTO
QUEL
MALE


hanno solo rafforzato il mio carattere
mi hanno dato la capacità di costruirmi una fortezza intorno
una corazza dura


contro il tuo fango.


Grazie per questo.


Dedicato a chi è stato capace di gettare tutto quel fango che mi ha fatto diventare quella che sono oggi.

8 commenti:

  1. ciao cara! è da un pò che manco (non riesco a seguire tutto come prima ma piano piano ce la farò). come state? ;)

    RispondiElimina
  2. bello!come superare e sconfiggere "la macchina del fango"...come dice saviano!

    RispondiElimina
  3. bellissima
    e alla fine ci tocca anche ringraziarli..mannaggia :)
    ti abbraccio fortissimo <3
    Antonella

    RispondiElimina
  4. Brava brava brava!! :)
    L'ho letto solo ora perchè ero immersa nella creazione del mio di fango e non volevo in nessun modo suggestionarmi con altre creatività.
    Il concetto di fango, vedo, che lo interpretiamo in modo simile.
    E diciamocela tutta: solo le donne con gli attributi, alla fine, ringraziano.

    Un abbraccio grande donna!! :)

    RispondiElimina
  5. Ora ve la dico, la mia verità: ci sono stata immersa fino al collo (e anche di più), in quel fango, finché grazie a Dio non ho capito come uscirci.
    Il problema principale di questo tipo di fango è che è come le sabbie mobili: se ti agiti e basta rischi di affondare ancora di più.
    Allora devi: Fermarti, Pensare, Agire.

    Sono stata fortunata. L'ho capito in tempo, quando non era ancora tutto perso. E sono state alcune persone preziose che mi sono state vicine al momento giusto a farmelo capire. Tra cui anche voi, che siete qui con me ora.
    Non mi vanto di niente, salvo della fortuna che ho avuto a salvarmi da quel fango. E ad avere voi.

    Solo che non so ancora se ho davvero quegli attributi di cui parli, silbi... bisognerà che li veda in funzione, forse. Che dimostri a me stessa che quel fango l'ho davvero superato, soprattutto che quella fortezza sia capace di resistere a tutto.
    Proprio a tutto quanto.

    E ora vado a leggermi "i vostri fanghi", care... ;)
    Grazie ancora a voi!

    RispondiElimina
  6. Bello il post, ancora più carico di significati leggendo il tuo commento finale!
    Credo che la fortuna che citi nel tuo commento sia solo parte della motivazione che ti ha spinto ad uscire dal fango....non ti conosco ma conosco alcune situazioni "assimilabili" e se non c'è una GRANDE forza a tirarsi fuori dalle sabbie mobili si dura tanta di quella fatica da rimanere fermi....quindi ancora complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie K!
      E benvenuto al CircoloVizioso! (BenvenutO, vero? :))
      Ok, "la fortuna aiuta gli audaci", si dice così, no? mettiamola così: c'è stata in parte la fortuna e c'è stata poi la voglia, la forza, la volontà, (la disperazione?) di uscire da un tunnel molto buio, molto stretto e poco adatto alla mia claustrofobia e al mio bisogno di libertà.
      Perché una cosa è aver bisogno di portare a casa la benedetta pagnotta (sempre sia benedetta). Tutt'altro è annullare se stessi per darla vinta a chi non sa come altro imporsi se non con la violenza... o no?

      Vengo a trovarti, k! ;)

      Elimina
    2. Credo che "la fortuna aiuta gli audaci" sia la giusta frase per non darla vinta a chi sa imporsi solo con la violenza ed anche a noi stessi per cercare la giusta "strada"....avanti così! ;-)
      ps. Grazie mille per il benventutO...e per la visita!!!!

      Elimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...