martedì 1 ottobre 2013

Lo zen e l'arte di riordinare gli armadi. Capitolo 1

Ah che belle le cose in ordine nell'armadio! :)
Fonte: MorgueFile
Questa cosa del riordinare armadi sta diventando seria, davvero. Ho iniziato a scrivere un post che voleva essere un punto d'incontro tra il filosofico e il pratico ma alla fine mi son resa conto che dietro alla metafora dell'armadio c'è un'intera visione del mondo, dell'universo anzi. E soprattutto della mente.

Questo è solo il primo dei post che leggerete. 
State tranquilli che il CircoloVizioso non si sta trasformando in uno di quei fashionblog: non sono il tipo e soprattutto non voglio insegnare niente a nessuno, in quel campo.
Succede però che a furia di accumulare e di rimandare e di evitare, una si trovi poi con armadi pieni di cose, da provare, da sistemare, da rivedere.
Da affrontare.

E poi un giorno ti alzi dal letto e decidi che 
ora basta: oggi si riordinano gli armadi.
Anche perché il tempo sta virando verso un freddino frizzantino (perdonatemi il suffisso) proprio adatto all'autunno in arrivo. E bisogna cambiare abbigliamento. Allora archiviamo costumi e teli-mare (sniff), degradiamo le canottiere estive, eliminiamo tutto quello che "magari capita l'occasione di metterlo" che tanto io sto meglio in jeans e maglietta, e uso solo quelli, sempre e comunque.

E cominciamo dal capire di cosa stiamo parlando: riordinare l'armadio è un'espressione che può adattarsi a diverse, molteplici, interpretazioni. 
Da una parte c'è l'armadio, quello vero, magari 4 stagioni, pieno pieno pieno zeppo. Che quando lo apri dici
amo', non ho niente da mettermi
Dall'altra c'è la testa. Quella piena di idee di proposte di spunti di progetti di sogni. Che se tu potessi aprirla e guardarla dall'alto come un chirurgo all'opera diresti
amo', non so proprio più da dove cominciare
Cominciamo dall'inizio, allora. Riordiniamo l'armadio.

I trucchi salvatempo e salvaspazio si trovano gugolando in giro per la rete: dalle istruzioni passo passo per apprendiste casalinghe moderne e per Mamme Felici alle 10 regole d'oro della Pina (che è tutta una risata e ti fa fare un bell'esame di coscienza). Se poi passate sul sito di Ikea sai quanti suggerimenti vi sanno dare loro?

La questione fondamentale, alla fine, è solo una:
7) E’ severamente vietato appallottolare gli indumenti sia dentro le ante che nei cassetti. (cit.)
Less is more. 
Il minimo è il massimo. 
Poche cose. Ordinate.

N.B.: vale anche per le idee... ;)

13 commenti:

  1. Caio Cara!! Tanto che non ti leggevo...
    Che dire sull'arte del riordinare l'armadio...
    sai cosa faccio io?
    BUTTO VIA!!!!Nel senso che ad ogni cambio degli armadi faccio una cernita e se una cosa non l'ho indossata negli ultimi due/tre anni ecco che vola in un bel sacchetto formato familgia... quando ho riempito un bel pò di sacchetti facciamo un mercatino tra amiche e "vendiamo tutto a aprezzi stracciati" .... il prossimo mercatino "svuota armadio" lo facciamo il 19 ottobre... ci vieni a trovare????

    RispondiElimina
  2. ho in bozza un post che si intitola proprio "la metafora dell'armadio", ma da un po' di tempo non sono ispirata. Ti seguo e seguirò con piacere i prossimi capitoli...
    Intanto piacere, io mi chiamo Squa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere Squa! Benvenuta al CircoloVizioso! Magari potremmo lavorarci insieme, a questa cosa dell'armadio, chissà...
      Vengo a trovarti, appena esco dal loop lavorativo... :D

      Elimina
  3. Il mio problema non è il disordine negli armadi, che riesco a mantenere in uno stato umano. È il disordine delle idee, che è disumano. Io ho "poche idee ma ben confuse" (come disse un professore ad un alunno interrogato, prima di dargli un'insufficienza)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho mandato una mail, ragazza!
      E comunque quello delle idee è un problema di cui parlare... ;)

      Elimina
  4. i miei armadi sono la metafora tridimensionale della mia stessa vita...meglio non pensarci, dai. Sono tornata con un nuovo blog, mi viene a trovare? http://lizzypersempre.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Ummmm.... Riordinare gli armadi... Vuol dire mettere le mani nel groviglio di maglioni? Per cso intendi districare i pantaloni dai fouseaux? Riuscire ad estrarre uno slip senza far esplodere il cassetto dell'intimo? Riuscire a trovare la coppia di calzini uguali?
    Riuscire a prelevare una borsa posta in cima all'armadio senza rischiare una commozione celebrale perchè ti cadono in testa tutte le altre dieci che eri riuscita ad accatastare così bene?
    Mah.... Forse prima o poi ci proverò... Forse... SMUAK!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutta questione di organizzazione!? Proviamoci insieme, dai! ;)

      Elimina
  6. No comment (il commento non commento) ;)

    RispondiElimina
  7. ecco gli armadi di casa, sono lo specchio della mia vita, l'avresti detto? quello di mio figlio è ordinatissimo, pulitissimo, pile e pile di calzini mutandine ordinatamente ordinate ... perfino in scalo di tonalità. poi apro il mio armadio e benvenuti nel peggiore degli incubi casalinghi! e adesso tra poco mi tocca anche fare ilc ambio di stagione...dove troverò la forza per riordinare? dove?

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...