martedì 23 febbraio 2016

#OperazioneUnPassoAllaVolta. Aggiornamento n.2 - L'inizio

Un'altra farfalla sul cammino, un'altro pensiero felice per cui essere grata
Questo è la storia dell'inizio. Come sempre nella mia vita, qualsiasi cosa mi accinga ad affrontare, parto da un libro: mi documento, mi interesso, cerco informazioni e le trovo - quelle davvero valide - sempre sui libri. La carta stampata mi ispira sempre sicurezza, è tangibile, è nero su bianco, è scritta.
Mi capita da sempre di trovare libri che mi chiamano, anche senza un apparente motivo: con questo è successo di nuovo. Avevo bisogno di un punto da dove partire per questa mia nuova sfida, quella del cammino, e sono arrivati 5 camminatori esperti che organizzano e raccontano un viaggio in un posto sconosciuto, un po' per gioco, molto per passione.

Ritorno a Nikolajevka

Che motivo doveva avere di attrarmi così un libro che parlava di un viaggio a piedi sulle orme degli alpini della Tridentina durante la drammatica ritirata delle truppe italiane in Russia nel '43? Non ho mai amato la storia negli anni della scuola ma ho recuperato quando ho smesso di andarci, e ho un ricordo molto vago di quello che ho studiato al riguardo. Non c'era nemmeno qualcuno dei miei antenati a giustificare questa 'chiamata': all'epoca erano già troppo vecchi per parteciparvi.

Tant'è, anche grazie a questo libro ho iniziato a camminare.

Del libro e delle emozioni che mi ha trasmesso parlo su Zebuk. Del cammino che ho iniziato a percorrere invece parlo qui: della cosa nata per caso - ma maturata da un bel po' di tempo -, delle tecniche che ancora non conosco, di quella mia vena un po' Forrest Gump che quando ha finito di correre da una parte continua a correre dall'altra.
Il cammino, la strada, l’esplorazione… nascono da un bisogno che va al di là della conoscenza, che non vuole limitarsi a sapere per curiosità o per necessità pratiche. Il bisogno è quello di immergersi in una realtà, di sentire che il proprio corpo si relaziona con essa, che si appassiona nei momenti più intensi e che reagisce nelle difficoltà.
Eccola, la farfalla che scopro questa volta! Immergersi nella realtà: mi guardo intorno, osservo il mondo e la vita che dall'auto non si riesce a percepire, ascolto rumori, annuso odori, sento il freddo pungente sulla pelle e il calore benefico del sole quando c'è. Basta davvero poco tempo, non occorre (non ancora?) diventare professionisti o atleti per godersi la vita e le piccole cose. Per godersi momenti unici, irritrovabili in altre situazioni.
Sì, lo so, lo sentiamo dire ovunque, sono cose trite e ritrite, scontate al massimo. Ma sono vere. E l'unico modo per comprenderlo davvero è quello di provarlo sulla propria pelle, di immergersi nella realtà con tutte le scarpe. 
Quelle più comode per camminare, s'intende.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...