giovedì 20 ottobre 2016

#lamiaagenda2016. Farfalle e mongolfiere, per volare alti!

Leggerezza!
Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore (Italo Calvino)

Voglio che il mio pensiero fisso nei prossimi anni sia la leggerezza, lo avrete capito: c'è bisogno di volare, di sentirsi liberi da fardelli troppo pesanti da portare con sé, c'è bisogno di alleggerire i pensieri dopo aver fatto un doveroso e approfondito decluttering di tutto il resto. Ce n'è bisogno dopo un anno che davvero ha messo in fila, uno dopo l'altro, troppi episodi tristi, troppe brutte giornate, troppa pesantezza sull'anima.
Si torna a casa, si mette in ordine tutto il possibile, si ricomincia da capo con la mente vuota - volutamente o no - si cerca di riprendere il controllo del cuore. E per farlo c'è bisogno di volare, in tutti i modi possibili, di essere leggeri, di togliersi tutti i macigni dal cuore, come raccomanda Calvino.
Viva allora tutto quello che può portarci in alto insieme alle farfalle, viva le ali, le correnti ascensionali, viva i piumini del tarassaco, che da piccole sapevamo essere angeli che facevano avverare i nostri desideri, bastava solo confidarli in segreto a loro e poi soffiare e farli volare via!
Ad un certo punto della vita, poi, ti accorgi che certe cose, certe azioni meccaniche, devi essere tu a farle accadere. E a volte per far questo hai bisogno di qualche mezzo di trasporto che agevoli l'operazione.
E allora viva anche le mongolfiere, che con sistemi ingegnosi, ti fanno salire e vedere tutto da un punto di vista diverso dal solito...


Le vedete, vero? quelle mongolfiere colorate laggiù, appese al soffitto di una casa che certo non conoscete. Non è la mia casa, questa, ma quando le ho viste, durante una visita per un rilievo, ho rubato una foto da lontano, perché mi avevano colpito forte.
Le ho anche trovate, proprio quelle lì, gugolando un po' (non guadagno nulla nel fare questa pubblicità, lo appunto solo per vostra comodità): piene di significati nascosti, se non altro.

Le mongolfiere volano alte, in silenzio, sfruttano i venti e non sono in grado di dirigere il loro volo in direzioni prestabilite. I piloti devono conoscere molto bene le correnti e devono essere capaci, usando solo la salita e la discesa, di condurre il loro pallone in un viaggio sicuro, possibilmente tornando al punto da dove erano partiti. Ma anche no.

Ritagliando riviste da buttare ho trovato poi un sacco di pubblicità che sembravano nate sotto il segno della mongolfiera e allora perché non regalarmele anche sull'agenda, mixandole alle mie amate farfalle, in modo da vederle tutti i giorni e farmi sentire ancora più profonda quella leggerezza e quel bisogno di cominciare un nuovo viaggio?

Ogni giorno è un viaggio straordinario
Sì, oggi ha inizio un nuovo viaggio. Fatto di consapevolezza. Alziamoci in volo, allora, lasciamo a terra le zavorre! Partiamo per un nuovo viaggio e stiamo a vedere dove ci porterà, stavolta!
Forse era proprio una mongolfiera quello che ci voleva...


Questa è una delle cose che mi sono persa: un viaggio in mongolfiera mangiando in un servito di piatti, che vorrei tanto tanto, ma che non trovo più in giro... qualcuno di voi l'ha per caso avvistato?

2 commenti:

  1. Sacrosanto, Polepole.... vediamo di ricordarcelo, dai, parlo in particolare per me, zavorrata a questa terra da miliardi di doveri e pochissima leggerezza. Ti lancio quindi una sfida: facciamo come se la forza di gravità' non esistesse!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, è una sfida grande davvero, Lizzy! Però dobbiamo uscirne vincenti. E sai, non è tanto il fatto dei doveri in se stessi che ci frega, quanto quel brutto vizio di "sentirsi sempre in dovere": a volte bisogna imparare a dire NO, fa tanto tanto bene!

      Elimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...