giovedì 30 giugno 2016

Quote challenge #2

E dato che mi sono presa l'impegno, perché non farlo nel modo più serio possibile? ;)


Siamo alla seconda citazione, tra quelle che davvero hanno una grande importanza per me e per la mia storia. Questa stava sul retrocopertina di uno di quei giornalini dell'università e mi colpì per i colori che usava ma soprattutto per il suo contenuto:
Secondo le teorie dell'aerodinamica, e come è stato facilmente dimostrato nel tunnel del vento, l'APE non è in grado di volare, e ciò perché il volume, la forma e il peso del suo corpo, in rapporto all'apertura alare, rendono il volo impossibile. Ma l'ape, essendo ignara di queste condizioni scientifiche, e possedendo  una notevole risolutezza, VOLA... e produce anche miele.

Ecco, quell'APE continua a ronzare, a volare e a produrre miele, sebbene, e nonostante, il tempo sia passato e certi obiettivi non siano più così fondamentali per la sua vita.
Il giornalino universitario l'ho cestinato un po' di tempo fa ma non avrei potuto cestinare questa pagina, e allora l'ho unita a un vecchio pezzo di tavola trovato chissà dove e ne ho fatto un quadretto.
Magari così quell'ape continuerà a volare, magari con la sua risolutezza mi convincerà a chiudere certi cerchi che son rimasti aperti per troppo tempo...

p.s.: brutta la foto, bruttissima... ma so che mi perdonerete! :)

mercoledì 29 giugno 2016

Quote challenge #1

Da un sacco non partecipavo a un giochino e a dir la verità ne avevo proprio voglia!
Francesca de Il mio mondo nuovo mi ha invitato a partecipare e io accetto al volo: le citazioni, i libri, le parole nero su bianco hanno un fortissimo ascendente su di me, ormai lo sanno anche le pareti di questo blog! ;)

Quote challenge
Ovvero, giochino di citazioni e tag, frasi e rimandi, catene di sant’antonio innocue però, scrivi un post, metti una citazione, tagga altri bloggher, fai una giravolta, falla un’altra volta, dai un tag a chi vuoi tu.

Le regole sono:

  • Scrivere per tre giorni (non necessariamente consecutivi)
  • Scegliere tre citazioni preferite da libri , film, canzoni eccetera…
  • Nominare tre bloggers
Nel primo giorno del giochino partecipo con questa citazione, che presto molto presto vedrete in altra versione, più... come dire, decorata? :)

It's kind of fun
to do the impossible
(È molto divertente fare l'impossibile)
[Walt Disney]

E invito a partecipare:

  • Rita di scrapperita: che magari realizzerà qualche versione scrappata delle sue citazioni preferite
  • Ivana di cucinarestorie: chissà che non scopriamo qualche citazione in cucina... ;)
  • Paola di Homemademamma: le citazioni nelle sue mani... già le vedo... :)

giovedì 23 giugno 2016

I pesti possibili | Voglia di raccontarsi e profumo di Armenia

Da quando vi ho proposto di raccogliere racconti che riguardino pesti e mortai, sto pensando molto spesso a quanto sia bello e divertente e vitale girare di blog in blog: c'è voglia di condividere, ancora, e di raccontare, nonostante la fretta che impera ovunque.

Nel frattempo leggo un libro di Francesca Sanzo, Panzallaria per gli amici: Narrarsi online. Lei racconta di quanto sia utile - personalmente e professionalmente - imparare l'arte di raccontarsi nel modo giusto, facendo emergere pregi e difetti, nel modo più spontaneo possibile. Come dire che l'onestà paga sempre. Quanta ragione che ha, quanta.
Racconta che la fretta della rete porta a non leggere, a non approfondire, che occorrono messaggi brevi e veloci, che sono le immagini a parlare, nella velocità; che i social sono la piazza e le strade dove incontri gente. Ma Francesca racconta anche che invece il blog è fondamentale, perché quella è la tua casa, il luogo dove vivi, dove scegli gli arredi e i colori, dove ti siedi con una tazza di the fumante e accogli gli amici.

Ecco, gli amici.
Ne ho conosciuti tanti virtuali, tramite queste pagine, alcuni di loro li sento spesso, altri sono diventati miei "soci" e lavoriamo insieme per il piacere e la passione che ci unisce.
Tra gli amici che invece imparo a conoscere ogni giorno di persona c'è una ragazza, una vicina di casa, che ogni volta che si siede alla mia tavola, ogni volta che beve una birra con me, mi racconta la sua Armenia.
C'è una luce nei suoi occhi, una voglia di farmi sentire tutto da vicinissimo, come fossi lì anch'io, come se raccontare tutto a me fosse volare lì e portarmi al mercato ad annusare profumi, camminare nella piazza con le fontane che danzano a ritmo di musica, sedersi a un caffè e tradurre le parole del cantante col vestito tradizionale, visitare in silenzio il memoriale del Genocidio.

Io verso birra e la ascolto, in silenzio.
Mi piace sentirla parlare e non conosco altro modo per accogliere la sua voglia di raccontare: non voglio spezzare l'incantesimo di questo racconto. E vorrei davvero volare con lei fin lì, nella sua Armenia, abbracciare questo paese di monti e acque dolci, di storie,
Poi mi parla di sua madre in cucina, mentre io annaffio il basilico nero che mi ha portato dall'ultimo suo viaggio: quei piccoli semi si sono trasformati in una selva scura che al solo tocco sprigiona un profumo incredibile.
Non ho foto per provarlo, dovete credermi sulla parola ora, mentre vi racconto da questa tastiera lontana da casa.
Le chiedo se nella cucina armena ci sono dei pesti di cui vuole raccontarmi: mi piacerebbe provarli e conservarli nella nostra raccolta, ma lei prende tempo e dice che lo chiederà a sua madre nella prossima telefonata. Ho provato a fare ricerche gugolando a caso ma non sembrano esistere particolari ricette che usino il pesto come noi lo pensiamo. Però ho trovato un pesto di frutta secca che m'intriga... :)

Va bene, le foto le rimandiamo alla prossima puntata. 
Oggi avevo solo voglia di raccontare, in lentezza, con i tempi dettati da una birra sotto al portico appena sistemato per l'estate, i cuscini bianchi e morbidi, la partita dell'Italia che annoia un po', i bimbi che giocano col cane, le candele che illuminano una sera di prima estate... una di quelle sere perfette.

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...