lunedì 8 giugno 2009

La torta di semolino della zia prada - alias Pole Prada Semolcake


Da un po' di tempo dovevo postare questa ricettina, goduriosa quanto mai e semplice semplice, che riesco a farla mentre la piccola meraviglia si fa il pisolino prima della pappa!


Il nome del dolce è dovuto alla mia cara e bella cognatina, chiamata (da me e basta) “la zia prada” per la sua passione per i capi ‘firmatuzzi’, o comunque per tutte le cosine un po’ alla moda (anche se, di Prada, lei continua a dire che non ha niente!); diciamola così: se volessi avere una personal assistant per gli acquisti modaioli chiederei asssssolutamente solo a lei, che sa sempre tutto al riguardo!

La realtà è che la zia prada è una bravissima ragazza, che mi da un sacco di consigli su tantissime cose (dalla piccola meraviglia in là...), che mi dice tutte le ricettine per i dolci veloci veloci e che le voglio un bene dell’anima!


INGREDIENTI

- 130 g di semolino

- 130 g di zucchero (meglio se di canna)

- 1 l  di latte caldo

- 4 uova

- uvetta oppure mandorle a filetti oppure pinoli... quello che vi va!

- zucchero a velo oppure cacao amaro in polvere

- la buccia grattata di un limone non trattato (quindi un po’ bruttino, non bello giallo e lucido! a meno che non sia dei vostri...!)


PROCEDIMENTO

  1. Mescolare semolino e zucchero a secco. Se usate lo zucchero di canna cercate quello più fine, che si scioglie meglio.
  2. Accendete il forno a 180° e mettete l’uvetta (se la usate) in una tazza di acqua calda, con una strizzata di limone, oppure di rum, se non la fate sbafare ai piccoli di casa!)
  3. Quando il latte è sul punto di bollire buttare a pioggia il semolino e far cuocere mescolando continuamente per 10 minuti
  4. Appena il semolino si addensa spengere la fiamma e lasciar raffreddare
  5. Nel frattempo preparare le uova sbattute: i tuorli separatamente dagli albumi, da montare a neve, per rendere più spumosa la torta
  6. Quando la crema di semolino è tiepida mescolarvi i rossi sbattuti, poi gli albumi montati a neve, dal basso verso l’alto (consiglio di Anna Moroni :-)...!) per incorporarli meglio. Aggiungete anche la buccia di limone grattata.
  7. Aggiungere l’uvetta o i pinoli a questo punto, in modo da farli distribuire in tutto il composto.
  8. Versare in un bellissimo stampo di silicone a forma di rosa (e pensare che il papino non voleva che lo comprassi...!!!) e mettere in forno già caldo per 40 minuti (n.b.: ho imparato a mie spese che i forni non sono tutti uguali, quindi questa indicazione lascia il tempo che trova: l’importante è che la crosticina sul dolce sia bella scura, anzi se sbrucicchia un po’ sui lati è meglio...)
  9. Quando il dolce è pronto lasciare in forno a raffreddare, poi sformarlo e, se il colorito è un pochino bianchiccio (come era venuto questa volta a me..!) dare una bella spolverata di cacao amaro, altrimenti ci sta bene una nevicata di zucchero a velo!

... buona ingrassata!

7 commenti:

  1. Gnammmm!!! Che bella questa torta è il mio pif-regalo??? daidaidaidaidai!!!!
    Grazie per aver partecipato al blog candy in bocca al lupo!
    ciaociao

    RispondiElimina
  2. Bèh, con un PostDolcetto così di caramelline te ne meriti una scatola...^_^....dispiace se copio incollo nel mio libro di ricette? E posso intitolarla PolePrada Semolcake? Eh? Eh?
    ^_^
    Tatti

    RispondiElimina
  3. L'aspetto è assolutamente favoloso e immagino anche il sapore!!!
    Lo stampo a forma di rosa davvero bellisismo! mamma mia mi hai fatto venire una fame...
    Un bacio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  4. Questa toirta la sento mia! Mi segno la ricetta! Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  5. e brava la zia Prada che oltre alle ricette ti da tanti consigli!
    devo dire che tu sei stata veramente brava a sfornarla così bene!

    RispondiElimina
  6. @ Gessica: mmm, mi hai dato un'idea... :-P
    @ Tatti: PolePrada Semolcake... aggiorno subito il post! sarà il nome per gli amici del circolovizioso... prova la ricetta e poi fammi sapere il risultato, lo aspetto, eh?
    @ Mammagiramondo: vero che dovevo assolutamente comprarlo, quello stampo? vero? ooooh! e poi entra in tutti i buchi, quindi il maritino non me la può buttare sullo spazio che manca!
    @ Laura: provala, e poi fammi sapere, e magari dammi anche qualche suggerimento per migliorarla...
    @ furfecchia: è che è proprio una ricettina facile facile, altrimenti io i dolci sono molto più brava a mangiarli che a farli... preferisco preparare i primi...

    AVVISO PER TUTTE: SE VOLETE COPIARE QUESTA RICETTINA FATE PURE, L'HO MESSA QUI APPOSTA... PERO' DATEMI NOTIZIE DEI RISULTATI, CHE FA SODDISFAZIONE...

    RispondiElimina
  7. wow... mi inviti a mangiarne una fetta??? ha un aspetto davvero godurioso, deve essere ottimo!!

    ciao elisabetta

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...