mercoledì 7 luglio 2010

Il vizio di leggere - Il metodo antistronzi





Succede che una mattina ti svegli e ti accorgi di non essere più disposta a subire le angherie di quelli che dovrebbero essere i tuoi 'colleghi'.
Succede che proprio oggi è l'ora di smettere di sentirsi responsabile anche per gli altri.
Succede che oggi – e proprio da oggi - non sei più disposta a farti da parte.
Succede che passi casualmente davanti alla vetrina di una libreria e da lì la copertina di un libro (che sembra stato scritto proprio per te, in quel momento) ti chiama.
E tu entri e lo compri. E poi lo leggi.

E non è che ti cambia la vita, o forse sì.

Fatto sta che quello che succede è che da quel giorno ti senti diversa. Nuova. Anzi, rinnovata. Con tanto, tantissimo ancora da imparare sulla cattiveria delle persone, ma con la consapevolezza di essere una persona con sacrosanti diritti, prima ancora che di doveri.
Con una nuova carica e tanti trucchi da mettere in pratica sul lavoro (e non solo) quando ti trovi ad avere a che fare con delle persone 'diversamente simpatiche'...

No ragazzi, ha proprio ragione Robert Sutton quando dice che il termine 'stronzo' non ha sostituti degni e non consente eufemismi di sorta.
E scusate se lo uso – forse sarà la prima e l'ultima volta che lo farò, forse no – ma dopo aver purtroppo toccato con mano certe situazioni di mobbing e di stalking, credo di averne ogni diritto.

Ho già accennato vagamente a quello che mi è accaduto sul posto di lavoro e oggi parlo di questo libro perché mi ha aperto gli occhi su tanti aspetti che non avevo valutato: mi ha aiutato a non sentirmi colpevole per qualcosa di cui non avevo colpa e mi ha aiutato a capire i meccanismi diabolici che stanno alla base del comportamento degli stronzi. E qui non si parla di colleghi antipatici o a cui stai antipatico tu, perché magari hai la scrivania più bella della loro. Qui si parla di qualcosa di molto più profondo, che porta a drammatici risvolti negativi sia sul fronte lavorativo che su quello psicologico di chi è vittima delle azioni malefiche di questi individui.

L’autore, Robert Sutton, professore di scienza dell’ingegneria gestionale in California, consulente per molte grandi aziende, affronta con serietà questo argomento, trattando il problema del mobbing ai diversi livelli, cercando cause e soluzioni e portando molti esempi e tecniche per il contrattacco, analizzando le conseguenze economiche che questi comportamenti provocano all’azienda (e qui i capi ‘devono’ drizzare le orecchie!). Tutto questo per aiutare dipendenti e manager a creare un luogo di lavoro vivibile e produttivo, con un po’ di umorismo e con tanto, tanto di quel buonsenso che a volte manca.

IL METODO ANTISTRONZI - COME CREARE UN AMBIENTE DI LAVORO PIU’ CIVILE E PRODUTTIVO O SOPRAVVIVERE SE IL TUO NON LO E’
Autore: Robert I. Sutton
Anno: 2007
Editore: ELLIOT EDIZIONI (collana Antidoti), pag. 223 14,00

n.d.r.: da quando è nato il nostro sito che parla di libri, le recensioni del CircoloVizioso viaggiano di pari passo, qui e su Zebuk.
Ma mentre su Zebuk c’è la recensione ‘seria’, quella con i dati del libro, con i cenni agli argomenti ed alle caratteristiche salienti del testo, sul CircoloVizioso si dà più importanza alla parte ‘atmosfera personale’. La recenzione-sorella parla di ciò che il libro ha suscitato al livello emozionale, di quello che ci ha dato dal punto di vista ‘spirituale’.
In questo caso - e per questo libro - vengono pubblicate due recensioni ‘gemelle’ invece che sorelle. Perchè la lettura di un saggio come questo implica tutta una serie di considerazioni, perché non è un tipo di libro che uso leggere di solito, perché mi sono ritrovata a leggerlo solo per disperazione.
Mobbing e stalking sono due realtà che mi sono ritrovata ad affrontare mio malgrado, a conoscere e studiare di persona, sul campo. E mi sono scoperta debole e fragile e troppo alla mercè di questi simpatici personaggi. E sono corsa ai ripari.
Appena in tempo. :))

3 commenti:

  1. Mi stavi facendo preoccupare poi alla fine leggo"E sono corsa ai ripari.
    Appena in tempo. :))".Ho tirato un sospiro di sollievo.

    RispondiElimina
  2. ho idea che dovrei leggerlo anche io, che si sa mai... e poi se dici che i capi devono drizzare le antenne, io le drizzo, eheh :D

    per fortuna ti sei ripresa "appena in tempo". sarebbe stato meglio prima, ma meglio tardi che mai, no?
    smuackkkkkks!

    RispondiElimina
  3. @ Anna: credimi, anche per me è arrivato quel sospiro di sollievo, dopo tanto prendermela!

    @ Cipi: sì, per fortuna, peccato solo che in quel periodo mi sia persa tante e tante cose. E che queste "persone" mi abbiano fatto conoscere delle brutte realtà...

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...