giovedì 31 gennaio 2013

Liberiamo una ricetta: Knödel di Stoccarda di Cristiana e Paolo


Eccoci alla seconda ospite del blog: Cristiana.



Conosciuta via web, ci siamo trovate da subito molto sulla stessa linea in diversi campi. E continuiamo a scoprirci, ogni giorno un po' di più.
Condividere è anche questo.

E a chi continua ad arricciare il naso quando, parlando, affianco le parole "amicizia" e "internet", dico solo che finché non si prova sulla propria pelle non si può proprio capire...


A lei la parola, ora: a lei e alla sua bella storia da gustare, passo passo. E da condividere, è chiaro! ;)



Knödel di Stoccarda

di Cristiana e Paolo

Quando ho assaggiato i Knödel ero a Monaco, il mio primo viaggio con Paolo, nel 2001. Ne avremmo fatti diversi di viaggi insieme dopo, che non avrebbero comportato solo spostamenti fisici. Ma quello è stato un viaggio davvero speciale, la porta d’ingresso nel suo mondo, nelle sue radici, in quei sapori ancestrali che hanno segnato la sua infanzia. Paolo è infatti per metà tedesco, da parte di madre, cosa non ininfluente nella trasmissione dei sapori per i figli.
E il cibo e i sapori e gli odori di quella tradizione culturale sarebbero presto diventati anche per me e per i nostri bambini, parte di una nuova storia, quella che ancora adesso costruiamo insieme, preparando il nostro piatto della domenica.

Ingredienti per i Knödel
  • 500 g di pane raffermo
  • 750 ml di latte
  • 2 uova
  • sale q.b.

Ingredienti per il sugo
  • 500 g di carne di manzo
  • mezza cipolla rossa
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 cucchiaio di conserva di pomodoro
  • olio q.b.
  • funghi secchi una manciata
  • 400 ml di acqua
  • paprika dolce una spolverata
  • pepe nero una spolverata
  • sale q.b.

Preparazione dei Knödel

Fate a cubetti il pane raffermo e raccoglietelo in una terrina piuttosto grande
Quindi scaldate il latte e aggiungetelo al pane

  
Ricoprite interamente il recipiente, lasciando riposare per mezzora. A tempo trascorso aggiungete due uova intere e un pizzico di sale, cominciate a lavorare così il composto ottenuto, facendo in modo di amalgamare il più possibile tutti gli ingredienti

 
Quando l’impasto vi sembrerà omogeneo preparate delle polpette piuttosto grandi, i vostri Knödel

Mettete dunque sul fuoco una pentola grande piena di acqua. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore gettate dentro i Knödel, avendo cura di metterne pochi per volta (massimo 4)
Dopo pochi minuti i Knödel dovrebbero salire su, segno che sono cotti. Attendete ancora qualche minuto e tirateli fuori, proseguendo con la cottura degli ultimi.


Preparazione del sugo
Mettete insieme in una pentola di coccio olio e carne a cubetti. Quando l’olio comincia a scaldarsi e la carne si è ben rosolata aggiungete la farina e continuate a girare, fino a quando sul fondo la farina non si sarà dorata 

 
Aggiungete a questo punto la cipolla, i funghi, il pomodoro e l’acqua fredda (potrete usarne anche un pò di quella dei funghi, ben filtrata per togliere eventuali residui di terra), e coprite fino a ebollizione

Quando il sugo avrà raggiunto il bollore aggiungete sale, paprika e pepe, terminando la cottura con il gas al minimo e lasciando il coperchio leggermente aperto, per circa 1h30.


Preparazione del piatto
  1. Servite i Knödel ben caldi su di un piatto piano insieme con il sugo e la carne, avendo cura di mettere nel piatto una porzione abbondante di sugo
  2. Il piatto può essere accompagnato da un’insalata verde o di patate.


Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web

Dalla presentazione dell'evento: "Ci piacerebbe che questo momento di festa e condivisione fosse anche un'occasione di solidarietà. Per questo invitiamo tutti i partecipanti a donare l'equivalente della spesa per il piatto a sostegno della mensa per i rifugiati gestita dal Centro Astalli di Roma. In questo modo inviteremo a tavola con noi, virtualmente, anche una persona che è dovuta scappare dal suo Paese per fuggire alla guerra e alla persecuzione e che qui in Italia deve ricominciare da zero.
Si può effettuare la donazione tramite bonifico bancario, conto corrente postare o anche online, attraverso Paypal. Tutti i dettagli qui: http://www.centroastalli.it/index.php?id=9"

1 commento:

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...