venerdì 9 ottobre 2009

Il Vizio di Leggere - Ero una brava mamma prima di avere figli

Questo post era stato preparato al ritorno dalle vacanze estive, poi per una serie di altri eventi era stato messo in attesa...


Ora però è giunto il momento di inaugurare la nuova stanza del CircoloVizioso: IL VIZIO DI LEGGERE







IL LIBRO
Il primo libro che voglio consigliare è quello di Paola Maraone:
Ero una brava mamma prima di avere figli - Guida pratica per sopravvivere al primo anno di vita del bambino (Rizzoli),
titolo ‘denso’ di significati, soprattutto per chi è già passato da questo periodo della vita di un bambino e sa di cosa si parla... ;-))


Prendere le cose con ironia è un modo per resistere al panico che può assalirti quando hai fatto mille progetti su “come sarà il tuo futuro quando avrai un figlio” e poi, da un momento all’altro, scopri che - se non sei adeguatamentee preparata - l’intero mondo può caderti addosso in una frazione di secondo.
E il problema principale è che non si sarà mai abbastanza preparati. Nonostante tutte le letture specifiche, i libri, le riviste, i siti web... Ogni nuova creatura è un mondo a sè, un universo di storie, sensazioni, sentimenti. Non tutti i bambini amano il ciuccio, non tutti dormono le loro belle 3-4 ore alla volta, lasciandoti il tempo di fare il letto e dare una spazzata in casa, non tutti hanno le coliche puntuali, sempre alla stessa ora, tutti i giorni. Alla stessa maniera ci sono bambini che, dal momento che li porti a casa dall’ospedale, si fanno notti intere di sonno e magari la pediatra ti raccomanda di svegliarli in piena notte per la poppata che altrimenti salterebbero...
Giusto un assaggio del libro, per sorridere un po':
Allora, all'incirca funziona così: un giorno non siete mamme, e il giorno dopo - più o meno all'improvviso - sì.
A ripensarci vi viene da sorridere. La vostra vita è cambiata. Prima di avere un figlio vi spalmavate il pancione di olio di mandorle, giravate per vetrine osservando graziosi completini da neonato, tagliavate la verdura cruda a julienne per far piacere al vostro compagno. Ora di Julien nella vostra vita ce n'è uno solo, ed è il re dei lemuri del cartone animato Madagascar. Adesso, per far piacere al vostro compagno, nei giorni buoni buttate sul fuoco 4 salti in padella, altrimenti gli urlate di arrangiarsi con una scatoletta di tonno. Per risparmiare tempo non tagliate più le unghie, le mangiate. Le giornate di shopping sono un lontano ricordo.


Paola è una ragazza simpaticissima, ha un modo di scrivere che personalmente adoro: fa ridere, fa pensare, riesce a trovare il modo di sdrammatizzare momenti che possono essere vissuti molto male dalla neomamma, se questa si trova da sola, o semplicemente si ‘sente’ sola.


Spesso sentiamo parlare di depressione post-partum: chi si trova a dover affrontare la nascita di un neonato, e tutto quello che questo comporta nella vita della mamma, magari per la prima volta, ha bisogno - oltre che delle cose fondamentali per la sopravvivenza (dall’aiuto nelle faccende quotidiane, al ‘cambio’ in quella notte che non riesce proprio ad alzarsi dal letto per dare il latte a suo figlio... e menomale che esistono i mariti...;-) ), di un aiuto ‘morale’, di quella sensazione di essere capiti che riesce a darti solo chi sa davvero di cosa stiamo parlando. E magari, con le sue parole, ti fa anche ridere delle tue paure e dei timori che ti hanno instillato le persone intorno, quelle che dicono sempre la loro e la dicono come fosse oro colato, quelle che sanno sempre "come le cose vanno fatte" e "come tu le fai tutte sbagliate"...


IL VIZIO DI LEGGERE
Il libro di Paola io me lo sono letto durante le estive pennichelle pomeridiane della piccola meraviglia e del maritino... comodamente spaparanzata all’ombra del fico di mia nonna (quello dei fichi secchi ripieni, per intenderci...!), con un bicchiere di latte di mandorla fresco e la mia fedele matita per gli appunti a farmi compagnia.
Ed è stata una lettura importante, istruttiva, coinvolgente, tenera e divertente, che mi ha dato un sacco di spunti per approfondimenti e discussioni, e che - soprattutto - mi ha sollevato, facendomi ripensare con un sorriso a quando mi sentivo sola e sconsolata. Certo, non sarà il rimedio definitivo alla depressione, ma conforta già il fatto di sapere che quello che stai passando oggi, domani sarà solo un ricordo del quale sorridere. Anche se ti sembra impossibile arrivare alla sera. Anche se credi che non ce la farai mai a sopravvivere all’idrovora che ti chiede latte ogni quarto d’ora. Anche se avresti voglia di sparire e annullarti, almeno per un’ora.
Il libro è strutturato in capitoli che seguono i mesi di crescita del neonato (dalla nascita ai 12 mesi). Alla fine di ogni capitolo ci sono poi riferimenti, bibliografie per gli approfondimenti, link e risorse utili in rete.


LEGGO A VOCE ALTA
In queste sere di stanchezza e riflessioni mi fa male persino la pelle. Prego me stessa di smettere ma non ci riesco. Dico “basta”, ma non è mai abbastanza. Sono così stanca perché ho due figli. Sono così stanca perché amo molto. Troppo? Non so, forse, ma è una fortuna comunque. SOno così stanca che l’altra notte ho sognato di dormire. Poi qualcuno mi ha chiamato, strappandomi al buio e al silenzio. Ho sentito un pianto. Mi sono alzata e sono andata con calma a posare altri baci sul collo della Pupa, caldo di sonno e di letto.


NOTE E POSTILLE
Questo è uno di quei libri che rimarranno sul comodino, perché - oltre che regalarmi una risata nei momenti difficili - lo vedo un po’ come un ‘manuale da consultazione’, perché penso che certi atteggiamenti non cambino come per magia allo scoccare della mezzanotte del primo anno di tuo figlio, e che il modo di affrontare certi momenti e certi aspetti della vita insieme possa essere corretto anche nel corso del tempo.

7 commenti:

  1. bella idea la nuove sezione :) e bello il libro (almeno credo, vorrei tanto leggerlo) :D

    RispondiElimina
  2. E poi dopo i dodici mesi ci sono tutti gli anni a venire... mianonna diceva: "figli piccoli guai piccoli, figli grandi guai grandi, figli sposati guai triplicati!" sesolo lo capissimo fin quando siamo in tempo!

    RispondiElimina
  3. E che bella la copertina del libro!
    Così fifties :-)
    Ciao Polepole, buon risveglio, buona giornata, buon week.

    elena°*°

    RispondiElimina
  4. é da tanto che vorrei leggere questo libro, penso che da qui al secondo parto lo farò. La bambina della copertina sembra tanto la mia puledrina, riccia, paffuta e con una gran voce! A presto

    RispondiElimina
  5. la mia piccola ha 3 anni e mezzo ma vorrei leggerlo lo stesso..che dici? so già che mi piacera' molto e poi è un ottimo regalo per le mie amiche che presto diventeranno mamme...grazie polepole per qs sezione...
    xoxo
    Antonella

    RispondiElimina
  6. wow, che bella questa sezione! sono onorata che tu l'abbia inaugurata col mio libro e prometto di tornare a trovarti anche coi prossimi. a proposito volevo dirvi che sono molto felice perché ho appena saputo che lo ristampano (il mio libro)! grazie a tutti/e e soprattutto a polepole,
    paola

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    ho scopero oggi questo blog, interessante!
    Grazie per la dritta del libro, quando i tempi saranno maturi correrò a prenderlo.

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un commento alle mie parole!
In questo modo nell'archivio dei vizi rimarrai anche tu, con le tue parole, col tuo pensiero, con la tua mente... e magari così verrò a trovarti anche io e chissà che non ne nasca una nuova amicizia...!!!
polepole

Seduti al bar del CircoloVizioso

Seduti al bar del CircoloVizioso
Ovvero: avete tempo per una birra? Il nostro bar è nato per conservare e ricordare i tanti "posticini del cuore" che ci hanno lasciato un'emozione. Per chi ha bisogno di trovare il suo, di posticino del cuore. Per evadere 10 minuti dalla routine quotidiana, per conoscere posti che magari non avete mai visto, per fermarsi a meditare su un'immagine, per bersi una birretta ghiacciata in compagnia degli amici... Tornate quando volete, il bar è sempre aperto!

argomenti viziosi

#10minutiPerMe #miregalolentezza #OperazioneUnPassoAllaVolta 5 stelle della P.M. A caccia di felicità con album scrap A piccoli passi accidia Afrodita alla fermata del tempo che non ho amici ancora amici antidolorificomagnifico appunti di vita vissuta architetti e architetture armadi baby babyy benvenuti a tutti blog candy e give-away buone feste Caccia al tesoro caro diario cartoline Casa Cena dell'Allegra Compagnia chi l'avrebbe mai detto? cioccolata dappertutto coccole con le mani in pasta con poche parole costruire di felicità Di Semplicità Virtù Eco-sostenibile entusiasmo Fata Bislacca FataSognante e Gri-Gri Flat Stanley fotografia giochiamo? gola grazie Happy Week Art Journal HappyWeekJournal2013 i supernonni i talenti Il gioco dei vizi il marconista Il Nostro Personale Giorno del Ringraziamento il vizio di leggere il vizio di riflettere il vizio di scrivere ilcircolovizioso ingenua insegnamenti Io me stessa e me iomivizio ItaliaNostra la grande transumanza dei segnalibri La mia agenda la supernonna la vittima lavoro LeggiAmo 2013 LeggiAmo 2014 LeggiAmo 2015 Liberiamo una ricetta 2013 Liberiamo una ricetta 2014 Lista delle Cose da Fare 2015 Lussuria mare MenoStressPiùFarfalle mi vizio con... Natalia Cattelani natura nodi che vengono al pettine non ci posso credere nonna Iolanda nuove amicizie Nutella Oggi vorrei proprio essere qui oroscopo ozio parliamone parole famose PECC pensieri e parole personaggi PestiPossibili Piccola Meraviglia piccolo Che piccolo-spazio-pubblicità PIF Pippi Calzelunghe Plastic Guerrilla poesia polepole al lavoro POLUCHINA posticini del cuore premi Project 10 books raccolte Ri-Vivere Ricette per la Cena ricette rubate rivelazioni S.A.L. scatole di latta scusa sogni e bisogni storia e storie di culture diverse strani vizi Summer Manifesto 2015 superbia swap tanti auguri a te Tatti Turisti a casa propria Una Casa a Modo Mio vecchi tempi VisteRiviste vizi Voglia di Creare voglia di viaggiare voglia di... writing tuesday ZEBUK zen zibaldone

...chi ha vizi come me...

Il Vizio di Leggere

Il Vizio di Leggere
Per non perdere il vizio, nonostante le mille cose da fare, per trovare il tempo da dedicare ad una buona lettura, per scoprire nuove emozioni e sensazioni, di quelle che solo un buon libro è capace di regalare a chi lo apre con passione e curiosità.

Il vizio di riflettere

Il vizio di riflettere
... il mio modo di Guardare e non solo Vedere ciò che ci circonda...